Francesca domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 11/01/2017

Ossessioni amorose

Buongiorno, mi sono separata da un anno dopo un lunghissima relazione. Ho vissuto questo evento abbastanza serenamente e a distanza di pochi mesi stavo trovando l'equilibrio, ero felice e appagata, senza aspettative. Poco tempo fa, inaspettatamente si è fatta avanti una persona con una situazione analoga alla mia. Fin dall'inizio ho opposto qualche resistenza per il timore di innamorarmi e di perdere la serenità raggiunta visto che già in passato avevo vissuto un interesse ossessivo per un uomo molto instabile che mi aveva quasi indotta in depressione. Tuttavia dopo pochi contatti, percependo un forte feeling a livello fisico e mentale, ho vinto le mie resistenze pensando di riuscire a vivere un storia leggera senza troppo coinvolgimento. Ma ancora una volta mi ritrovo a non saper gestire le relazioni nascenti. Le regole che io stessa avevo posto (contatti saltuari, non quotidiani) mi si sono ritorte contro, ho iniziato a desiderare una presenza più costante e ad aspettare telefonate e occasioni di incontro. Non so se questa è la persona che vorrei, ci siamo visti troppo poco, quasi non ci conosciamo e mi accorgo che l'interesse per lui si intensifica solo quando tarda a farsi sentire. La cosa che mi preoccupa è che sto perdendo il controllo come temevo, sono costantemente inquieta, non riesco a concentrarmi su me stessa e sul mio lavoro, ho paura che lui sparisca e di dover rinunciare alle emozioni che ha scatenato. Non riesco a mettermi in testa che una persona che conosco così poco e della quale non posso dirmi ancora innamorata, non può cambiare quella che ero e che sono, non può aver deteriorato in così poco tempo quella vita che che fino a tre mesi sentivo perfetta anche senza di lui. Mi dico costantemente che in una fase così precoce di una relazione, qualsiasi sviluppo è accettabile, il suo eventuale distacco potrebbe costituire solo un' indicazione per capire che mi aspetta qualcos'altro, ma poi le ossessioni tornano a tormentarmi, mi sento tanto insicura e l'ansia mi assale fino ad invadere il mio tempo e a paralizzare le mie giornate. Come posso vincere queste ossessioni assurde?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta de Sio Cesari Inserita il 11/01/2017 - 15:42

Cara Francesca,
mi sembra di leggere che lei stessa riconosce un interesse ossessivo nel suo modo di relazionarsi all'oggetto del suo amore. Per vincere queste "ossessioni assurde" sarebbe opportuno proprio partire dal modo con il quale lei crea legame con l'altro, cosa per lei l'altro rappresenta e perchè gli conferisce questa centralità e necessarietà. Ovviamente non sono quesiti semplici, ma necessari per arrivare ad essere lei il suo "centro".
Se ha bisogno di chiarimenti, mi scriva pure.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Roberta de Sio Cesari. Psicologa e Psicoterapeuta. Napoli