Ilenia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 03/12/2016

Aosta

Il peso

Buongiorno , sono una ragazza di 20 anni .. da poco tempo mi sento un peso per chiunque mi circondi.. da poco non parlo più con mio padre , al mio ragazzo sembra non interessare quello che mi passa per la testa e con mia sorella che ha trovato lavoro io mi sento un fallimento unico , sono stufa di rimanere sempre allo stesso posto sempre senza nessun cambiamento emozionante riguardante me e la mia quotidianità . Sinceramente mi sento svuotata e sola .. alcune volte sento come se il mio battito rallentasse è il respiro si bloccasse .. vorrei che almeno il mio ragazzo ( con cui sto da 3 anni) mi facesse sentire importante utile e non una fallita come realmente fa ..più volte nella mia testa penso "domani andrà meglio ho già passato momenti così e alla fine mi sono sempre rialzata a testa alta " ma se ci sono riuscita è solo perche ad un certo punto non me ne frega più di niente e faccio prendere agli avvenimenti i propri corsi senza provare alcuna emozione .. la mia storia è molto lunga e complessa e non riesco a tenermi più tutto questo fardello sulle spalle .. sono stufa di sentirmi ansiosa sempre .. insomma le persone non sono obbligate a fare ciò che fanno per me,e il fatto che io mi senta così tanto un peso mi sta facendo letteralmente impazzire di rabbia e anche di tristezza . Ho bisogno di qualcuno a cui raccontare tutto ciò che sono io .. per riuscire a mettere in ordine la mia vita e riuscire ad andare avanti come stanno facendo tutti quelli che mi hanno resa così mal contenta di me stessa .. grazie per L attenzione

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Carlo Casati Inserita il 03/12/2016 - 16:05

Milano - Centro storico
|

Cara Ilenia,
Ti senti un peso ed un fallimento. Chiaro che se pensi questo di te, tristezza e rabbia siano le emozioni che ne conseguono e ne soffri. In altre parole, soffri per un tuo pensiero. Ma su cosa si basa questo pensiero? Capisco bene che la tua storia é lunga e complessa, ma é proprio lì che un terapeuta cognitivo può trarre gli elementi per eventualmente mettere in discussione la tua convinzione che ti fa così male. Un pensiero non è sempre conforme ad una realtà oggettiva. E' solo la tua opinione su te stessa. Come tutte le opinioni può essere discussa, e ancora di più se è, come nel tuo caso, un'opinione che ti crea "depressione" , tentativi inutili di censura emotiva, blocco di ogni reazione efficace. Resto a disposizione per eventuali approfondimenti.
Cari saluti,

Carlo Casati