martina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/11/2016

Bolzano

Lasciata dopo 6 anni

Scrivo perchè sto affrontando un periodo buio..Dopo 6 anni sono stata lasciata del mio ragazzo con il quale stavo insieme dall'età di 21 anni;mi sono innamorata di lui per il suo altruismo,il farmi sentire importante e desiderata,di essere sempre attivo e propositivo,la grande passione,mi svegliavo la mattina con il sorriso pensando alla mia fortuna.Nell'ultimo anno,da quando ha iniziato ad abitare da solo e trovato un lavoro fisso per lui insoddisfacente,sono iniziate le liti;mi sono sentita l'ultima ruota del carro,avvertivo che quelle duo o tre volte a settimana che ci vedevamo veniva da me forzatamente,per sua ammissione era a tratti depresso,vedeva nero,non aveva voglia di fare nessuna nuova esperienza,dormiva a qualsiasi ora fregandosene dei me che non vedevo l'ora di stare con lui.Ad aprile gli dico del mio malessere,di non sentirmi importante per lui,mi dice che probabilmente il fatto di avere problemi a lavoro, a casa, di non aver realizzato nulla di quello che volesse, lo hanno portato a preferire i suoi amici come valvola di sfogo, ma che ha iniziato a mettere in dubbio l'amore..Mi precipito da lui perchè smette di rispondere alle chiamate, mi tratta con freddezza e da estranea e scompare una settimana in vacanza coi suoi amici;gli mando un messaggio in cui vomito addosso tutto il mio veleno per avermi esclusa e lui minimizza tutto, e gli do un'altra opportunità per rispetto al mio sentimento.Le settimane dopo però sono tutto un "non so come mi sveglio domani" e "non so se voglio stare insieme"..Perdo la pazienza, incontro un ragazzo che mi dà tutte le attenzioni che mi mancano da troppo tempo e lo tradisco, me ne pento subito e tronco quella relazione durata circa un mese.Tento di buttarmi a capo fitto nella mia vera storia ma mi rendo conto di provare pochi sensi di colpa per quello che ho fatto e giungo alla conclusione che mai avrei fatto un'azione simile se avessi ancora stima del mio ragazzo.Passano i mesi e a volte le cose migliorano(o forse sono io che me ne convinco), mentre altre volte mi arrabbio perchè persiste a mettermi in secondo piano, è sempre scontroso, noioso, prende impegni quando deve stare con me, sempre al telefono(penso anche che abbia un'altra)..inizio a pensare la mia vita non possa essere tutta qui, in un divano a vedere la tv, ogni volta provo a dirgli come mi sento evita la discussione e mi gira le spalle per dormire, sparisce per giorni, non si interessa piu di quello che faccio.Mi dice però che non potrebbe mai dirmi di non amarmi perchè non è vero, ma vorrebbe fare tutto quello che vuole quando vuole sapendo che io sono lì per lui, dice che non sa se può dare una continuità al rapporto perchè a periodi alterni si sveglia depresso e mette in dubbio tutto.Finisce per lasciarmi con freddezza.Non so come fare a dimenticarlo, mi rendo conto non fosse una relazione sana, ma mi sento depressa per come mi ha trattato,come questi 6 anni non fossero mai esistiti.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 20/11/2016 - 20:12

Buonasera Martina, non so se questa relazione è veramente finita oppure no. Se è veramente finita è inevitabile che lei soffra ed è impossibile dimenticare dal momento che per lei è stata una storia molto importante. Quello che, invece, si potrebbe fare, è aiutarla ad elaborare questa rottura e a vivere il dolore e la tristezza in modo opportuno per poi superarli.