Mercede domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 31/10/2016

Dipendenza affettiva o altro?

Buona sera, ho 24 anni, ed ala prima volta che scrivo in uno di questi siti web, eppure sento la necessita di confrontarmi con voi, e di chiedervi la vostra opinione su quanto mi succede.
dall'eta di 16 anni sono stata fidanzata con un ragazzo con il quale ho avuto una relazione durata 4 anni, è stato il mio primo e unico amore; ho sempre idealizzato tanto lui quanto la nostra storia d'amore, finita perché lui non mi amava più e perché per motivi di studio sono stata costretta ad andare a studiare in spagna. Per altri due anni dopo i 4 passati insieme ogni estate al mio ritorno in italia, lui tornava a stare con me, ed io lo aspettavo per tutto l'anno sapendo che l'avrei rivisto, che avrei potuto fargli sentire la mia mancanza, fargli capire che non avrebbe potuto trovare un'altra come me... eppure dopo 2 anni di estati insieme, lui un'altra l'ha trovata... peccato fosse fidanzata e non facesse altro che ferirlo. nei momenti in cui lui stava male per lei, lui tornava da me chiedendomi aiuto, ed io; li pronta a dargli tutto il mio amore, nonostante ogni La amo mi lacerasse il cuore e la dignità.. un'anno fa decise di fare l'erasmus e indovinate dove venne? a Madrid... proprio nella città che rappresentava per me la mia isola di salvezza.. inutile dirvi che qui, dopo averlo aiutato in tutto dopo notti in cui mi scopava e poi se ne andava, venni a conoscenza che aveva iniziato una relazione con una coinquilina... da quel momento in poi non ho più voluto sale nulla di lui. non è stato semplice, e so solo io per quante notti mi ritrovavo a piangere sola nel letto sperando che quel senso di dolore incurabile con analgesici terminasse. è stato difficile staccarmi da lui e tutt'ora lo è, dopo di lui non ho più avuto relazioni serie, riesco a resistere con un ragazzo non più di una settimana... ed ecco il punto, cio' che mi succede da un po' di tempo è che quando penso che mi piaccia una persona, divento possessiva, vorrei che fossi al centro delle sue attenzioni, che mi volesse vedere e facesse progetti con me fin dalla prima settimana, innervosendomi e diventando pesante per ogni minima cosa che reputo importante, anche stupidaggini. mi sento frustrata e forse non abbastanza, dopo un o'prendo le distanze e pur stando male, mi ripeto che non ne vale la pena... ma quando allora ne varrà la pena? ( io non sono mai stata cosi, eppure mi sembra di entrare ogni volta nello stesso circolo che non riesco, per quanto mi sforzi ad interrompere.
grazie anche solo semplicemente per avermi permesso di sfogare questo groviglio di pensieri che mi porto dentro.
M.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia CAMPISI Inserita il 31/10/2016 - 14:13

Buonasera Mercede,
Quello che sta vivendo è il risultato delle ferite della relazione che ha concluso con il suo partner precedente...ferite che hanno intaccato la sua autostima,la sua fiducia fin se stessa e nei confronti degli altri...arriverà una persona per cui ne varrà la pena.
Lei si faccia trovare pronta. Se pensa di non riuscire a lasciarsi andare e a dare fiducia e riconosce di voler un supporto per comprendere meglio ciò che sta provando non esiti pure a contattarmi.
Dr.ssa Claudia Campisi