Alessandra domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 29/10/2016

Imperia

Lasciata per la seconda volta

Buongiorno. Ho conosciuto il mio compagno quando convivenza sa 2 anni e mezzo. Glu dissi che nn mi interessava un uomo impegnato. Pochi giorni dopo si era disimpegnato e trasferito in una casa sua. Inizia la nostra relazione. Distanza 150 km lui con un figlio piccolo una volta la settimana viene a casa da me 2 3 volte la settimana a volte 4. Io vivo con le mie due figlie. Ci innamorato stiamo bene lui pazzo di me io Nn accetto la distanza. Mi chiede di sposarlo. Accetto. Passa il tempo il rapporto perde qualcosa e di matrimonio Nn se ne parla più. Io ci soffro. Una promessa che mi ha solo illusa. A volte faccio di tutto per mostrargli lail scontentezza. Mi lascia. Dopo 4 gg sta di nuovo con la ex che aveva lasciato per me. Piango mi dispero Nn dormo Nn mangio. 4 mesi dopo mi ricerca dicendomi che con lei era sereno ma Nn era me. Lui ama me. Vuole me. Ci rimettiamo insieme. I primi mesi sembrano una favola. Di nuovo proposta di matrimonio... poi riaffiorano o soliti problemi. Io Nn sono felice e se glielo dico invece di aiutarmi si scoccia. Si allontana. Vuole stare tranquillo. Mi lascia. Dopo due settimane lo trovo iscritto ad un sito di incontri on linea x matrimonio. Lui. Uomo di famiglia? Sono sconvolta. 3 settimane dopo che mi ha lasciata ritorna di nuovo dalla ex.
Sconvolta. Disperata. Non mangio. Nn dormo.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Federica Capelletto Inserita il 30/10/2016 - 09:25

Bergamo
|

Gentile Alessandra,
da come racconta sembrerebbe che quest'uomo fatichi a gestire i problemi in una relazione, fugge di fronte alle difficoltà di una relazione stabile. Mantenere una relazione infatti merita il giusto impegno, la bellezza e la facilità dei primi momenti di innamoramento non bastano purtroppo per far crescere un rapporto. Lei non racconta quali problemi vive nella coppia e dai quali il suo compagno scappa. Credo solo che forse lui non sia in grado di portare avanti una relazione stabile. Se crede, può affrontare con lui questo discorso, chiedendogli il motivo del suo atteggiamento, delle sue fughe. Mi rendo conto che per lei è un periodo di grande sofferenza ma penso abbia solo due possibilità: affrontare il dolore della perdita e andare avanti cercando un'altra persona che le possa offrire impegno e stabilità oppure lottare per quest'uomo, sempre che anche lui sia disposto a lottare per lei, per voi.
Resto a disposizione se ne avesse bisogno.
Cordiali saluti,
dr.ssa Federica Capelletto