Anonima11 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 12/09/2016

Avellino

Ragazza senza sentimenti cerca consiglio sincero

Salve a tutti spero tanto che qualcuno legga questo post...ho bisogno di un consiglio spassionato. Sono una ragazza di 23 anni, Vivo in un paesino dove tutti conoscono i miei e sin da quando ero piccola ho sempre fatto danni. Storie sbagliate,amori malati, ossessioni e tanta bassa autostima,da sempre . Da un anno ho concluso una convivenza di 3 anni e mezzo che all fine era diventata un inFerno. Una sorta di dipendenza.
Da un anno a questa parte mi trovo più forte per certi versi perché ho superato quella rottura ma dall'altro lato sto facendo i conti con tutti i miei errori passati e presenti. Ultimamente mi so resa conto che non so dire di no agli uomini. ..ci esco e mi concedo nella maggioranza dei casi. Solo sesso occasionale perché non permetto loro di darmi affetto non so ricevere affetto e mi sono accorta che non so nemmeno darlo. Ero sempre io quella più innamorata.
L altra sera ho fatto sesso con un ragazzo credo anche che gli piacesse ...ma dopo l'atto mi sono staccata senza dirgli una parola mi sono rivestita e parlavo di altro con gli amici miei...lui penso sia rinasto come un baccala e i giorni dopo mi ha visto e calcolato pochissimo zero quasi in effetti .
che mi sta succedendo? Sono stata sempre dolce e molto sensibile. ...inizio a pensare che rimarrò sempre così. ..restia ai sentimenti ...e sono diventata pesante con tutti. ..i miei genitori i miei amici. ..cosa devo fare??
Lo psicologo non posso permettermelo....

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 12/09/2016 - 17:46

Napoli
|

Cara anonima, forse mi sbaglierò ma qualcosa dalla tua lettera mi fa sentire che in qualche modo tu sei anche affezionata a questo "personaggio", a quest'immagine di te che ti sei costruita...Sicuramente ti sarà servita ma finchè ne resti anche un pò innamorata sarà difficile abbandonarla! Credo che tu stia iniziando a vedere alcune cose di te molto importanti, quale la dipendenza, il poco valore che dai a te stessa ma occorre anche che tu capisca da dove tutto ciò nasce. Quali esperienze, esempi, modelli ricevuti in famiglia ad esempio ti hanno portato ad approcciarti in questo modo alla relazione di coppia? quali sono le paure che ti porti dietro e i bisogni che cerchi di soddisfare? Vorrei inoltre invitarti a tener conto che lo psicologo non necessariamente deve essere uno specialista privato, esistono le asl a cui ci si può rivolgere ed in ogni caso anche rispetto alla questione del pagamento chiediti se questa non può essere una resistenza perchè, come spesso accade, sei anche molto legata a questa immagine di te che dici di voler cambiare. Questo è comprensibile, il cambiamento per quanto a volte sentito come necessario, può anche far paura e spesso siamo oggetto di diverse forze contrastanti come la voglia di cambiare e la difficoltà ad immaginarsi diversi, però è importante anche che tu te lo possa riconoscere e capire, allora, che forse ti nascondi dietro a delle scuse pur di non iniziare effettivamente un percorso di cambiamento.

Un caro saluto

Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa-Psicoterapeuta Relazionale
Napoli