Roberta domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 14/08/2016

Trapani

Brutta situazione

Salve a tutti .
Mi presento, sono Roberta ho 19 anni e scrivo dalla Sicilia . Scrivo qui perché non posso permettermi economicamente una visita e spero in voi un po' di aiuto perché non so con chi parlare .
Allora cerco di descrivervi la mia brutta situazione : tramite una richiesta di amicizia da me inviata su Facebook , ad ottobre conobbi questo ragazzo di nome Vito. Dopo che lui accettò la richiesta , al 3 giorno gli scrissi e lui sul tardi mi rispose. Premetto che è fidanzato da 7 anni , ma io ero e sono consapevole di questo .
Comunque iniziammo a scriverci , e io dopo un paio di giorni gli confessai di essere una diciamo ex di suo fratello più piccolo , ma che era una cosa da ragazzini avvenuta quando io avevo 15 anni . Gli dissi che speravo non cambiasse nulla tra di noi , e lui mi disse che non c'era nessun problema , che voleva vedermi e conoscermi di presenza , magari offrirmi un caffè , che poi diventò una bottiglia di spumante. Ci vedemmo esattamente il 20 ottobre 2015 . Per non dare nell'occhio andammo in una zona periferica , e parlammo un po' , io gli raccontai di me e lo stesso fece lui . Dopo aver finito lo spumante lui mi abbracciò , e ci fu un lungo bacio , io poi tornai a casa , ma da quella sera ci vedemmo 3 volte in una settimana , quando la sera del 31 ottobre 2015 non lo sentii più per 20 giorni e più . Sempre tramite l'amicizia su facebook tornammo a sentirci , e lui mi chiese scusa di questo comportamento , ma che fu costretto perché la sua fidanzata stava scoprendo tutto, e mi chiese di rivederci , io accettai e ci vedemmo di domenica , perché lei lavorava visto l'arrivo del periodo natalizio . Da lì tutto sembrava un po' più stabile , ma io non convinta i primi di dicembre decisi di provare a conoscere un ragazzo , e dissi a Vito che era meglio smetterla per non ferire la sua fidanzata. Lui non era molto convinto e la sera della vigilia di capodanno volle vedermi , io accettai e arrivata da lui , vidi una bottiglia di spumante , parlammo del più e del meno , di questa conoscenza che io avevo iniziato , e quando fu il momento di portarmi a casa lui si infilò nel traffico senza curarsi del fatto che qualche suo amico poteva vederci , lui però mi confessò che aveva intenzione di lasciarla perché voleva me . L'indomani cioè il 1 gennaio 2016 mi telefonò dicendomi che dovevo dare un taglio alle mie cose se volevo che lui la lasciasse . Io accettai nuovamente e allontanai l'altro ragazzo . Da lì tutto sembrava una favola , perché lui provò a lasciarla la prima volta , r iniziò a passare più tempo con me , ma si riconciloarono e anche la seconda volta fu uguale , lui in questo arco di tempo mi disse di amarmi , che voleva sposarmi e fare da padre al mio bambino avuto da una precedente relazione. Solo che per il periodo di san Valentino tutto cambiò , il 14 febbraio tramite facebook vidi le foto di lui e lei con amici ad una mangiata insieme e io lì ci rimasi male , e lo cancellai anche da facebook, litigammo per giorni e decidemmo di non vederci più , ma non durò a lungo e dopo 2 settimane ci rivedemmo perché lui mi fece gli auguri di compleanno . Da lì in poi tutto era instabile , ci sentivamo di rado tramite messaggi , e vi vedevamo ogni 20 giorni o anche 2 mesi . Tutto questo fino al 16 giugno quando io gli feci gli auguri di compleanno a lui e tonammo a sentirci un po' più spesso . Ci rivedemmo e io per entrambi decisi che non dovevamo vederci più . Era per me l'ultimo incontro , fecimo l'amore ed era tutto dolce come ricordavo io , da quel 19 giugno non ci sentiamo per 2-3 settimane quando lui mi telefonò dicendomi che gli mancavo , chiedendogli come stavo ecc . Tramite messaggi poi , un lunedì di due settimane fa ci mettemmo d'accordo per passare un sabato sera come i vecchi tempi ,lui venne a prendermi a mezzanotte dopo avera mangiato a casa di lei , e fu davvero tutto stupendo come prima , iniziò a scrivermi e telefonarmi ogni giorno , fino a quando sabato scorso ci siamo rivisti e io gli ho letto una lettera dove io scrissi che sono disposta ad accettare ogni situazione pur di non perderlo , e lui dopo avermi ascoltato mi disse che lui aveva bisogno di vedermi e stare con me , ma che non avrebbe mai potuto scegliermi perché io sono la ex di suo fratello , che non poteva lasciarla e che c'era troppo in mezzo . Mi ha detto che merito di meglio e non una presenza ad intermittenza, che lui sta male per me , che gli dispiace lasciarmi ad aspettare un suo messaggio quando è con lei . Nonostante questo mi ha chiesto di rivederlo sabato prossimo , e mi ha telefonato ieri mattina cioè domenica dicendomi che stava andando al mare con lei , ma che i primi di agosto prenderà una settimana di ferie e vuole andare con me . Da ieri mattina non l'ho più sentito , oggi gli scritto due messaggi ma lui li ha visualizzati e non risponde .
Io sono molto innamorata di lui , e farei di tutto per non perderlo , ma la situazione è sempre la stessa , e quando lui fa così io sto così male che divento irritabile , piango spesso , mi sento una voragine nel petto e non riesco a concentrarmi su niente . Io chiedo a voi un piccolo aiuto su come magari provare a dimenticarlo , e diciamo liberarmi di questo amore malato che mi sta lacerando dentro, e sento l'inizio di una depressione .
Cordiali saluti a voi e grazie !

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Caterina Olivo Inserita il 05/10/2016 - 11:19

Gentile Roberta, il modo in cui viviamo i nostri rapporti affettivi è frutto di apprendimenti avvenuti durante il corso della nostra vita. Molti di noi hanno imparato che le relazioni sono caratterizzate da insicurezza e segnali contrastanti, ricompense a intermittenza e condizionate dalla nostra capacità di tenerci stretta l'altra persona, quando invece ciò di cui abbiamo bisogno come essere umani è avere una base sicura da cui trarre forza e conforto. Quello che succede è che finiamo per scambiare ansie, attese, preoccupazioni e rari momenti di gioia per amore, quando in realtà i nostri sistemi interni si stanno attivando di fronte alla presenza di un pericolo, con la triste conseguenza che finiamo per sentirci attratti proprio da quegli individui che hanno la minore probabilità di renderci felici.
Provi a considerare questi aspetti, a interrogarsi sulle sue relazioni, a chiedersi di cosa sente veramente bisogno in una relazione e come mai fin dall'inizio ha cercato una situazione in cui bisognava nascondersi e attendere. Provi a chiedersi quali altre possibilità vengono messe da parte in questo modo. Solo attraverso la consapevolezza dei meccanismi che mettiamo in atto possiamo decidere di cambiarli e solo attraverso la consapevolezza potremo amare di più noi stessi e scegliere di non accontentarci di relazioni che non soddisfano i nostri bisogni.
Un caro saluto

Dott.ssa Caterina Olivo
Psicologa Bologna