Anonimo domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/07/2016

Cosenza

Non so come uscirne

Buonasera sono ragazzo di 25 anni che ha scoperto e non ancora accettato la propia omosessualità ..
Il problema sta nel mio migliore amico di infanzia che col frequentarci e con il crescere insieme sono caduto nella trappola di essermene innamorato tantio da non cercare altre relazioni da anni (prima uscivo con alcune ragazze ) . A me il frequentarlo mi sta ammazzando ..lui sa che io sono gay e non è che ne sia entusiasta ma mi accettato comunque perche siamo molto amici ..... il punto è che lui etero 100% a quanto dice e quanto capisco ...io sono molto servizievole vicino ottimo amico (lo sono stato ma ora credo che il tutto sia diventata un ossessione nei suoi confronti e quindi cerco di essere amico e di dare consigli per lui e il suo bene e non per il mio tornaconto..)
Il punto è che ogni relazione che inizia per me è un periodo di malessere buio e non penso piu a niente e mi si crea una voragine di paranoie e sofferenza ....gli anni che c'ho pianto sono ormai passati ma quel che provo è sempre li tanto che da amico-orribile, dentro di me, remo contro a queste sue relazioni, anche se esternamente non mi azzardo a metterci bocca o cercare di farlo lasciare, almeno che non sia per il suo bene ....... la situazione è questa è 15 anni che ci conosciamo e gia 11 che soffro come un cane e la mia vita sentimentale è ferma qui . Dirglielo credo mi riderebbe in faccia sarebbe imbarazzato e rovinerei tutto per non ottenere nulla .. se non parlo continuo cosi finche lui non si sposera e io staro ancora peggio ... oppure la mia idea sarebbe non frequentarlo piu per questo motivo ma come cazzo faccio con lui perderei una parte di me e una bella amici che aimeè mi sta uccidendo ...inoltre è il primo che mi è venuto spontaneo dichiararmi e poi nessun'altro sa che sono gay ..ho molti amici amiche 'ma lui di qualità non è al primo posto, ma nel mio cuore di merda e nella mia mente si ...
Comunque altre ipotesi non so le ho valutate diverse ma la migliore sembrerebbe dirglielo e allontanarmi cosi . Ma non voglio e non avro mai il coraggio e mj dispiacerebbe .
Per non pensare a questa situazione mi ammazzo di lavoro alcol e droghe leggere da anni e il mio umore e benessere è influezato da questa situazione quindi non potendone parlare con nessuno ho cercato voi perche andare da uno psicologo faccia a faccia non mi sentirei a mio agio parlarne ..magari qualcuno che mi puo dare almeno un inizio di svolta lo posso trovare qua vi ringrazio infinitamente in anticipo a chi spende un po del suo tempo per aiutarmi a salvare il mio :)
Cordiali saluti
Anonimo

  0 Risposte pubblicate per questa domanda