Thomas domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 19/05/2016

Lecco

Ho qualche problema psicologico?

Ciao a tutti, il mio nome è Thomas.
Non sono mai stato da uno psicologo perché non ne ho mai capito il suo ruolo. Però da 3 anni a questa parte, mi sono informato e vorrei un giudizio o un opinione per capire se sono io il problema o se è qualcos'altro il problema.
Incominciò a dire che dall'età di 9 anni ho incominciato a guardare materiale pornografico masrurbarmi e da li non ho più smesso.... cosa che mi ha fatto cadere in una profonda tristezza, perché mi sentivo è tuttora mi sento sporco e provo sensi di colpa.... ho incominciato perché mi ero ricordato di film visti alla tv in cui sono comparse donne nude è ne sono rimasto attratto, penso all'età di 5 o 6anni.
Li guardavo giorno e notte di nascosto, Specialmente se ero stressato dai compiti e cancellavo sempre la cronologia del computer.
Nel periodo di 10 anni mi sono innamorato di una ragazza che però era gia fidanzata. Era la mia più grande amica mai poi se ne è andata via per alcuni problemi.
Da quanto mi ricordo ero molto triste e piangevo quasi sempre e alla fine mi isolai da tutti anche perché a scuola mi prendevano in giro perché prendevo voti bassi. Incominciato a disegnare in genere disegni manga che rappresentavano ragazzi che urlavano o gridavano tipo super sayan oppure ragazze che piangevano o tristi.
Questo in tutto il periodo delle medie e continuavo a guardare porno e a masturbarmi e giocavo a videogiochi online.
Alle superiori cambiò tutto. Cera una professoressa che ce l'aveva solo con me perché pensava che io volessi offenderla. A scuola mi prendevano sempre in giro per come mi vestivo e perché sono un po in sovrappeso
E mi innamorai di una ragazza a. il mio migliore amico senza la mia approvazione le disse che a me mi piaceva. Incominciò ad evitarmi e mi vennero non proprio crisi di panico ma tremarella, fatica a respirare e non volevo più mangiare o stare con gli altri.
In 3,4,5 superiore i compagni mi tiravano le cose adosso. E non c'era ora che non mi prendessero in giro. In questo periodo ma mi innamorai di una ragazza che contraccambio il mio amore. Anche se mi prendevano in giro ero felicissimo anche perché(non per vantarmi....,) era una bellissima ragazza e poi era molto dolce, ero invidiato da molti poi i famigliari di lei ebbero dei problemi con i miei e la convisero che io ero cattivo e che con me lei sarebbe stata infelice. Così mi lasciò. In quel periodo cioè a 18 anni per un mese non ho più guardato porno o masturbato. Ero cosi arrabbiato che celavevo con tutte le ragazze del pianeta poi per lo stress a scuola o ripreso. non mi sono più dimenticato di lei. Ancora oggi non riesco a dimenticarla. Ora lavoro e o molte responsabilità che non riesco a svolgere per lo stress e la masturbazione sensi di colpa ecc. Ecc. E solo una parte della mia vita spiegata molto brevemente. Innamorato di una ragazza che non mi vuole più, pornografia, setress ,masturbazione ,ansia non ho molti amici forse 1 o massimo 2 ma non sa nessuno di tutto questo. lo porto dentro da 11 anni. So solo che sono infelice e che da qualche tempo a questa parte o incominciato a fare ricerche per capire come si sentono le persone che si suicidano. Qualche idea? Che problema ho?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Caterina Dragà Inserita il 20/05/2016 - 10:03

non e' semplice capire cosa provano le persone che decidono di suicidarsi, pero' fin quando si ha il dono di poter vivere la vita bisognerebbe spostare l'attenzione su quello che può donare felicita' e su cosa e come fare per ottenere uno stato di benessere tanto ricercato.. nella vita le problematiche non mancano, e a volte si decide di rifugiarsi in un mondo proprio, nascosto (senza far sapere nulla a nessuno, e sono passati ben 11 anni) e cercando di alleviare stati di malessere con attività coatte, ripetute quasi ossessivamente (come l'utilizzo della masturbazione). ma poi si finisce col capire che queste attivita' non estirpano la reale problematica, alleviano solamente lo stress, l'ansia, le paure solo in quel momento, in quell'istante..e tralatro a caro prezzo (sensi di colpa, e compromissione del funzionamento in ambito sciale, 1/2 amici, e lavorativo, sensazione di non svolgere adeguatamente la propria professione).
provi per un attimo a pensare alla sua vita senza questi stati di malessere, ansia, stress, e senza l'utilizzo ripetuto e continuativo della masturbazione, che peraltro le ruba tanto tempo prezioso per altre attivita' ugualmente piacevoli e completamente esenti da sensi di colpa..come pensa di poter stare? beh lo psicologo, fa questo.