Francesca domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 27/03/2016

Gelosia ossessiva

Sono una ragazza siciliana di 21 anni. Studio pittura e sono una cantante, perciò aperta al mondo e alle persone. Il mio ragazzo è anch'egli un musicista, abbiamo anche un gruppo in comune. Lui però è ossessionato, perseguitato dall'idea che gli uomini possano guardarmi, ammirarmi, scrivermi, complimentarsi. Dopo ogni serata sta davvero male, è triste e divento triste anche io, mentre dovrebbe essere un momento felice per entrambi. E' arrivato al punto di dovermi baciare in continuazione, atteggiamento che io non sopporto, mi sento soffocare, ma non perchè non gli voglia bene ma perchè mi opprime. Mi ha quasi costretta a non parlare al pubblico, a cambiare immagine profilo e metterne una con lui, mi critica per come mi vesto e come mi trucco. Ultimamente mi hanno voluta per un progetto musicale importante, io ero entusiasta, felice che la mia dote fosse apprezzata e lui se n'è uscito con un "ti prendono solo perchè fai la bonazza e così diventano più famosi". Gli voglio bene e sento che ci stiamo facendo del male a vicenda, io lo sto rendendo involontariamente un essere viscido e lui mi sta abbattendo l'autostima e mi sta spezzando le ali...eppure un rapporto dovrebbe essere fonte di felicità e arricchimento reciproco...non so cosa fare.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Enrico Vaglieri Inserita il 27/03/2016 - 21:49

Buongiorno Francesca. Credo che un tema della sua domanda sia la gelosia. La gelosia è un sentimento importante ed è sano, quando è contenuta di intensità: indica che la persona di cui siamo gelosi è molto importante per noi; infatti può anche fare piacere ad alcuni.
Ma a livello molto intenso diventa inaccettabile, perché implica un tentativo di controllo dell'altro e di possesso. Ovvero si svaluta l'autonomia dell'altro, la sua intelligenza, e si svaluta il rapporto stesso d'amore; rivela una mancanza di fiducia - e forse una insicurezza profonda di chi lo vive.
Questo in generale.
La sua situazione personale andrebbe approfondita prima di dare una risposta esauriente. Ma intanto lei dice che non sa cosa fare; però ha fatto una analisi lucida e sincera delle sue emozioni, del suo progetto di vita, del vostro modo di comunicare, e sembra sapere con chiarezza cosa desidera e cosa non vuole.
Forse ciò che le serve è di imparare "come" dire al suo ragazzo quello che è importante per lei, quali sono i suoi confini, i suo bisogni.
Può darsi che anche lui debba imparare a esprimere i propri bisogni e desideri (cosa che probabilmente sta cercando di fare, ma in un modo basico e limitato, usando l'espressione di un solo sentimento, come la gelosia, presupponendo che lei capirà tutto il discorso che c'è dietro).
Un altro tema che sembra emergere dal suo intervento è molto più culturale, cioè ambientale, e riguarda lo stereotipo del ruolo della donna nella nostra società, che ancora la vorrebbe limitata e in secondo piano rispetto al maschio. E, per non trascurare i fenomeni di violenza contro le donne, la invito, a sua protezione, a cogliere con sapienza i segnali di una eventuale situazione di pericolo personale in cui lei potrebbe venire a trovarsi, e a reagire a sua salvaguardia.
Se vuole riflettere in modo più approfondito sulla sua situazione, mi contatti. le risponderò volentieri. Buona Pasqua.
Enrico Vaglieri