Chiara domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/12/2015

Dubbi sui propri sentimenti

Buonasera,
Ho 19 anni e sono fidanzata da più di un anno. Qualche settimana fa ho come avuto un crollo perchè mi è venuta come una crisi su cosa provassi per il mio ragazzo. Il problema è che ci rifletto tantissimo e cerco una ragione razionale all'amore che provo per lui. Mi faccio domande tipo "lo amo? Provo davvero qualcosa per lui oltre all'affetto? Mi manca quando non stiamo insieme?". Io sto bene anche da sola e più ci penso più credo che se mi vengono i dubbi è perchè non provo più amore. Penso ai suoi difetti che prims non notavo e ora noto di più. Sono quasi arrivata a lasciarlo ma ero disperata. Non voglio lasciarlo, perderlo. Forse ho paura di rimanere sola, ma mi viene il panico perchè allora comincio a pensare di stare con lui solo per paura della solitudine. In lui ho trovato il ragazzo perfetto..certo forse per il mio carattere avrei bisogno di qualcuno con un carattere più deciso..ma a me piace lui. A volte penso di guardarmi intorno, ma quando lo faccio penso che tutti hanno difetti e che potrei non sopportarli. Io cerco disperatamente la conferma che lui sia quello giusto per me e che io lo ami. Vedo tutte le coppie felici e unite ed io mi sento come apatica. Io voglio che lui sia il mio per sempre ma questo chiodo fisso mi fa venire crisi che mi fanno rovinare tutto. Non so come fare. Mi è sempre capitato ad un momento del rapporto di entrare in crisi. Adesso, che si fanno progetti (seppur presto e magari campati in aria) perchè una storia importante, entro in crisi.. vado proprio nel panico. Ho cominciato a vacillare ma molto superficialmente a luglio..quando mi ha regalato l'anello per l'anno. A novembre la crisi totale con apatia e dubbi. Io non voglio separarmi da lui. Aiuto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 19/12/2015 - 14:51

Gentile Chiara,
da ciò che racconta sembra emergere un vissuto di confusione rispetto alla relazione con il suo ragazzo. Essere confusi e porsi delle domande non esclude l'essere innamorati di quella persona, ma certamente rappresenta il segnale di un momento di difficoltà all'interno della relazione. Soprattutto quando, come racconta lei, si iniziano a fare progetti per il futuro, è del tutto legittimo avere dei dubbi e delle paure perchè si è di fronte ad un'evoluzione importante del rapporto. E' importante non lasciare inevase le domande che si pone e fermarsi a riflettere. Ciò non dovrà necessariamente portare alla fine della relazione con il suo ragazzo, non abbia paura di questo. In ogni caso un'assunzione di consapevolezza sarà positiva per lei e per la persona che le sta accanto. Per queste ragioni la invito a prendere in considerazione l'idea di rivolgersi ad uno psicologo, con il quale potrà intraprendere un percorso costruttivo.

Cari saluti,

Dott.ssa Valentina Bua
Psicologa Roma