margherita domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 07/12/2015

Caserta

Relazione complicata

Salve io non ho mai parlato con un psicologo tante volte mi sfogo con mamma mia sorella o qualche amica m'ha il mio problema nessuno come un pisicologo può capire .. ormai vivo di nuovo con l'ansia mi sento sola .. anche se non lo sono ho una bambina avuto dal mio ex marito 10 anni sposata poi ho deciso io con dolore di troncare perché quando si litigava diventava aggressivo ho avuto coraggio per mia figlia non volevo questa vita poi incontrai un uomo diciamo uomo perché è molto più piccolo ha 24 anni io 33 mi sono sentita amata a l'inizio mi fidavo di lui mi sono appoggiata a questo ragazzo e sono andata avanti con il divorzio e sono tre anni ormai separata e che sto con questo ragazzo. Un ragazzo che se scoperto con il tempo io me ne sono innamorata davvero tanto ho visto che aveva bisogno di un aiuto lui beveva e giocava lo fatto cambiare gli ho dato tutto il mio amore m'ha con il tempo sappiamo le persone non cambiano lui lavora abbiamo deciso di facci una vita una convivenza addirittura avere un figlio e dare un padre a mia figlia m'ha lui litiga pure con mia figlia di 11 anni m'ha scherziamo dice e scostumata m'ha non he vero io penso che mia figlia e una bambina che a otto anni se trovata in mezzo a una crisi famigliare tra ne è il padre che vede una volta a l'anno visto che è andato via in Germania volevo che mia figlia aveva una figura paterna m'ha lui questo ragazzo ci ha dato solo problemi io lavoro poco faccio il necesario per mantenere mia figlia e con il mantenimento del mio ex il mio attuale non ne vuole sapere proprio di dare una mano dice se tua figlia a il mantenimento lei vive con i suoi soldi e io con il mio lavoro mantengo voi... Io non ho parole sono sfortunata mi sento morta dentro volevo solo più amore nnt di più anche avendo il giusto per vivere con i sacrifici a lui pure non ci facevo mancare nnt lui e mia figlia erano al centro del mio universo ovviamente mia figlia viene sempre prima il dunque che si litiga io sto sempre in ansia non vivo più bene non riesco più a lavorare ieri abbiamo litigato ancora e ancora ora non lo sento da ieri poi la prima litigata dice io non ti voglio poi caso mai si va a sfogare con amici a bere boh non ho più le forze voglio liberarmi da questo amore il mio cuore piange perche ne sono innamorata perché mi chiedo non riesco a liberarmi ci siamo lasciati fin quando non mi chiama e fa il bello e io ci vado ma lo amo m'ha nello stesso tempo mi voglio liberare non Ce la faccio più poi se penso che può mettersi ho stare con un altra sto male soffro aiuto datemi un consiglio cosa devo fare vorrei andare via come ha fatto mio marito e stato tutto più facile lui stava lontano . Cmq io mi sento a pezzi mi manca m'ha devo essere forte m'ha piango aiuto voglio riuscire A non tornare con uno come lui mi sta rovinando la vita cosa devo fare ho una agoscia orribile grazie per l'attenzione scusate per la lunga spiegazione solo voi da professionisti potete capire e aiutarmi cordiali saluti margherita

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valeria Lamboglia Inserita il 05/01/2016 - 14:53

Roma - Centro, Trastevere, Aventino, Testaccio, Mo
|

Buongiorno Margherita! Le chiedo scusa per la risposta non repentina.. spero intanto che il trascorrere di questi giorni le abbia donato maggiore serenità.
Non posso essere io a dirle cosa fare purtroppo, anche perchè farebbe comunque ciò che sente di far lei, dunque posso solo aiutarla a trovare in lei la risposta.
Dal suo racconto emerge un controsenso.. inizia raccontandomi la storia di una ragazza forte e coraggiosa, che anche se con dolore riesce ad allontanare una persona che le fa del male, e termina con il "lamento" di una ragazza che non ha più le forze e non sa cosa fare .. che fine ha fatto quella ragazza forte e coraggiosa?
Quella ragazza non aveva bisogno di un uomo accanto per sentirsi forte o per stare bene...
Provi a ritrovarsi, a ritrovare quella ragazza e lasci che sia lei a prendere la decisione che ritiene più giusta!
Cari Saluti,
Valeria Lamboglia