Alberto domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/11/2015

Matrimonio Bianco

buongiorno cari dottori,
dopo anni di matrimonio bianco (ossia con un rapporto ogni 6 mesi), ho trovato soddisfazione sessuale al di fuori della coppia e mi sentivo bene e libero, pieno di energia ed in qualche modo realizzato. Mia moglie lo ha scoperto, ha fatto il diavolo a 4 e mi ha importo di tornare o lasciarla, il che è comprensibile e corretto. Da un anno sono rientrato ed i nostri rapporti hanno di molto aumentato la frequenza, diciamo uno ogni due mesi a condizione che sia io a cercarle. La situazione non è però sufficiente per sentirmi bene e non credo che lasciare mia moglie sia per ora una opzione possibile. Non credo che il sesso possa determinare il futuro di una relazione e sono certo che con esercizi mirati noi possiamo togliere questa idea dalla nostra psiche in modo definitivo e sereno. Sono certo che moltissimi monaci in giro per il mondo applicano tecniche definitive per sublimare e cancellare il desiderio.
Ho bisogno di un aiuto per accettare definitivamente il mio stato di Matrimonio Bianco, senza ricorrere a chat, masturbazioni (2 alla settimana) e tradimenti.
Apprezzo di cuore ogni aiuto
Alberto, 1962

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia Roda' Inserita il 16/11/2015 - 23:01

Salve Sig. Alberto, purtroppo non abbiamo molti elementi per comprendere meglio la sua situazione. Perchè, come ripete lei, questo matrimonio è bianco? mi sembra di capire che lei desideri rapporti sessuali più frequenti. Perchè si decide a priori la frequenza dei rapporti e perchè deve esserci un patto che deicide chi cerca chi?
Professionalmente non conosco tecniche per allontanare il desiderio sessuale, piuttosto ne esistono per farlo aumentare; il mio consiglio è quello di riflettere sulle motivazioni che l'hanno spinta a contrarre questo tipo di matrimonio e sul perchè privarsi di una sana e naturale vita sessuale quando lei è consapevole di quanto, fisicamente e psicologicamente, ce ne sia bisogno.