Dario domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 04/09/2015

Perugia

Gli occhi lo specchio dell'anima

Salve ho 40 anni, sono in terapia da 10 anni, inizialmente di gruppo e tutt'ora individualmente.
Il mio problema è che non ho una connessione libera ed armoniosa tra la mia mente ed il mio corpo, spesso mi sento distaccato ( sensazione di irrealtà)
Mi accade prevalentemente quando faccio delle cose di cui ho paura, come bere alcolici, ( perdita dell autocontrollo) ed anche la sessualità.
Per la sessualità ho un forte desiderio inespresso, mi capita di vedere immagini sessuali dapertutto e vivo in una ipersessualità, sono costantemente eccitato, cosa che risolvo principalmente da "solo" ; la cosa poi aumenta quando visiono siti per adulti in internet, cosa che in questo ultimo mese stó evitando ma non só fino a quanto resisto.
La relazione con con le altre persone inclusi famigliari è ridotta al minimo anche x via di questo. Premetto che il rapporto con i miei genitori fin da piccolo è stato difficile: mio padre autoritario e violento mia madre assente.
Questo disagio mi provoca nel corpo una situazione a cui non riesco a dare ancora un nome.
Mi succede una cosa in particolare, Guardandomi allo specchio e volendomi guardare negli occhi , non ci riesco, essi ruotano ma sono come strabici, guardano altrove non i miei stessi occhi; sono come vitrei ed esprimono poche sensazioni.
ovviamente non riesco a guardare per piu di pochi secondi anche le altre persone.
Da quello che ho letto documentandomi ho una personalità schizzoide, quantomeno sono terrorizzato da qualcosa che non mi permette di essere pienamente connessi con me stesso;
gentili Dott.ri vorrei chiederVi se avete altre esperienze di persone che hanno difficoltà a guardarsi negli occhi propri.
Questo mi pesa molto non riuscire a guardare neanche me stesso.
Vorrei dare un nome a questo problema per poter capire
Grazie per le Vs risposte

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 12/09/2015 - 10:37

Viterbo
|

Gentile Dario,

credo sia importante girare le sue domande al professionista che la sta seguendo.
Se ha dubbi sulla diagnosi deve chiedere a lui senza fare ricerche on-line, rischia semplicemente di alimentare le sue insicurezze.
La difficoltà nel guardarsi allo specchio forse è l'epifenomeno di un disagio che va ricercato altrove.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo clinico e forense, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica