valentina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 22/08/2015

Cagliari

Sentimenti contrastanti

Salve, sono una ragazza di 27 anni e sposata da due. Il problema nasce nel 2011 quando il mio ex (con cui convivevo 2 anni) mi ha lasciata (con una scusa mi ha fatto scendere dalla macchina nel paese dei miei genitori ed è scappato via per poi mandarmi un sms con scritto che non mi amava più). La storia con lui era bellissima all'inizio ma la sua gelosia cresceva mese dopo mese. Mi teneva lui il cellulare e quando andava a lavorare mi chiudeva dentro casa, non potevo usare il pc e non potevo lavorare. Aveva paura che lo tradissi. probabilmente perchè lui aveva 14 anni in più di me e io ero una ragazza carina, alta e magra. Quindi ho pensato che nonostante facesse l'uomo sicuro, dentro di se aveva delle grandi insicurezze e quindi passavo sopra a tutto. Ho sofferto molto ma l amore che provavo era immenso. Piangevo tutti i giorni ma quando si calmava ero al settimo cielo.
Il problema è che tutt ora, nonostante sia sposata con un ragazzo che amo tantissimo, continuo a pensare ogni tanto al mio ex e quando ci penso mi viene voglia di scrivergli una email oppure di mandargli un sms per sapere come sta e dirgli che lo penso ancora ma poi mi blocco e quindi non faccio nulla perchè la mia testa vuole dimenticarlo. Ci sono 2 sentimenti contrastanti ma il più forte è sicuramente volerlo dimenticare o comunque non provare sentimenti di "amore". Anche perchè questa persona dovrei odiarla per la sofferenza che ha portato nella mia famiglia. dopo la sua fuga ho passato 2 settimane a letto senza mangiare. Mi ha salvato la volontà di rivederlo perchè ci sentivamo su skype e quindi mi stavo organizzando a sua insaputa di raggiungerlo( nella città in cui stava per un breve periodo) ma quando sono partita lui è tornato nel paese natale. Ma io grazie al lavoro sono andata avanti e poi ho conosciuto mio marito. Un ragazzo che amo tantissimo. Il problema è che vorrei non pensare più al mio ex ma non so come fare...sono passati 4 anni e mezzo e ancora ci penso. Com' è possibile? Lo sogno raramente ma nei sogni sto con mio marito e con la coda dell'occhio guardo il mio ex...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Silvia Perrone Inserita il 28/08/2015 - 14:59

Cara Valentina, la storia che racconti mi ha molto colpita. Le tue parole evidenziano ancora la presenza di sentimenti di attaccamento . Ti chiedi come sia possibile pensarci ancora e ritrovare la sua presenza nei tuoi sogni. Bhè, non è affatto strano tutto ciò se pensi al modo in cui sei stata "abbandonata" oltre cha al modo in cui sei stata trattata. Hai subito e accettato le paure di chi teme di essere tradito, di chi ha difficoltà a fidarsi dell'altro, di chi probabilmente aveva una storia di sofferenza e delusioni, di chi non si sentiva forse protetto e al sicuro. Hai subito gli effetti della sofferenza personale. Non si può dire che non era amore ma certamente era paura, controllo, bisogno di sicurezza, di certezza e riparo dalla sofferenza. Non è facile accettare e lasciar andare ciò che è stato ... tuttavia è l'unico modo per vivere più sereni e in pace con se stessi. Lasciar andare non è rassegnarsi, è perdonare se stessi e gli altri, perdonare gli eventi che sono andati come sono andati e guardare al presente, a ciò che possiamo ogni momento vivere. A tal proposito un libro di Jon Kabat Zinn, Riprendere i Sensi di Tea Editore o Vivere momento per momento suggerisce riflessioni sul modo con cui elaboriamo gli eventi stressanti nella vita. Posso solo suggerirti di non tormentarti per via dei pensieri che ritornano sul passato e su questa storia nè sui sogni a volte così destabilizzanti. Accogli tutto ciò come qualcosa di assolutamente normale dato che l'esperienza vissuta ha coinvolto emozioni e sentimenti. Guarda alla tua esperienza come un bagaglio personale, come formazione personale sulla vita e prosegui il tuo viaggio con la pace nel cuore. Che tu possa essere felice.