leonida domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 17/02/2014

dare una seconda possibilità

Salve ho 35 anni, sono stata fidanzata 3 anni e mezzo e sono 4 mesi che mi sono lasciata. Ho preso io questa decisione perchè sentivo il rapporto bloccato. Io ho cercato di parlare con lui, di passare più tempo assieme, di risolvere i problemi, ma vedevo lui sempre più distante, l'unica cosa che sapeva fare era denigrarmi, offendermi e dirmi che non ero abbastanza. L'ho lasciato una sera perchè facendo un pò il punto della situazione io gli ho detto che volevo stare con lui e lui invece per tutta risposta mi ha detto che ero troppo tranquilla, voleva una ragazza che stesse sempre a mille che "lo doveva rivoltare come un calzino", poi ho scoperto che per un periodo chattava con un'altra ragazza. Mi sono fatta coraggio e l'ho lasciato, speravo che lui capisse l'importanza del nostro rapporto e mi richiamasse; invece doveva fare l'orgoglioso, mi chiamava solo per dirmi che non avevo carattere che ero stata una vigliacca a lasciarlo e che i problemi non si risolvono in questo modo. Sono passati 4 mesi mi tartassa di chiamate e messaggi, ha capito che io sono la persona giusta per lui, mi ha chiesto di sposarlo. Io non so che fare, sono troppo arrabbiata non mi fido più di lui sia per quanto riguarda le altre donne sia per quanto riguarda il suo atteggiamento nei miei riguardi, però è anche vero che se non gli dò una possibilità non potrà mai dimostrarmi ciò che dice. Sono combattuta perchè il mio cuore da una parte dice si ma la mia testa no e poi i miei familiari sapendo come mi trattava e le cose che ha fatto mi dicono di lasciarlo perdere

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonio Amatulli Inserita il 01/03/2016 - 09:07

Cara Leonida, mi permetto solo una domanda:
Lei, cosa vuole di preciso da una relazione?

Capisco che il suo cuore dice una cosa e la testa un'altra, ma di preciso, entrambi, cuore e testa, cosa vogliono da una relazione?

Es. gioia, intimità, confidenza, sessualità, amicizia? I miei sono solo degli esempi, lei saprà rispondere a queste domande.

Detto questo, capito cosa per lei è importante trovare, si domandi: ma al netto di tutto, questa persona sarebbe in grado di fargli vivere quello che entrambi cuore e testa cercano?

E da cosa lo potrebbe capire?

Infine, al netto di dargli una possibilità, la fiducia si costruisce con le azioni. Quanto tempo è disposta a dargli per vivere queste azioni? E' disposta a provare per un mese? Per sei mesi?

Da cosa capirebbe che le sta dando quello che lei in cuor suo vuole?

Alcuni colloqui Psicologici possono sicuramente aiutarla a farsi chiarezza. Ma credo che già queste domande le possano dare alcuni spunti su cui riflettere.

Buona giornata,

Dott. Amatulli

Dott. Michele Matera Inserita il 21/02/2014 - 16:25

Gentile Leonida, quello che chiede è una decisione che dei professionisti, in questa sede, non possono prendere al suo posto. Soltanto lei ha vissuto le gioie e i dolori del rapporto, conosce la sua emotività e razionalità. Le consiglio di valutare bene l'intera situazione, facendo riferimento a quanto c'è stato in passato ma pensando anche a quello che potrà essere il futuro. Successivamente, ne parli con lui di persona, manifestando le sue paure ed insicurezze ed anche quello che immagina del futuro.
Non crede che il suo ragazzo, adottando un determinato tipo di comportamento, l'abbia spinta a lasciarlo? Magari voleva proprio questo? Adesso cosa cambierebbe? é sicura che non si ripresentino le stesse situazioni del passato? è disposta ad accettarle?

Resto a disposizione
Dott. Michele Matera
Psicologo ad indirizzo Clinico e della Salute
info@michelematera.it
www.michelematera.it