Anna  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 29/06/2020

Milano

Non provo desiderio sessuale

Buongiorno,
Sono una ragazza di 23 anni e fino ad ora ho avuto due relazioni importanti (le uniche due), la prima durata 5 anni e la seconda tutt’ora attiva da quasi 3 anni. Per entrambe le relazioni ho riscontrato questo “problema” se così si può definire: dopo qualche mese (non saprei quantificare esattamente quanto ma sicuramente entro il primo anno) l’attrazione sessuale che provo verso il mio fidanzato inizia a calare fino a scomparire del tutto. Mi chiedo se questo possa essere normale essendo che confrontandomi con le mie amiche mi sono resa conto di essere l’unica a non avere questo desiderio. Tutte quante mi dicono che dopo un po’ di tempo non provano più lo stesso intenso desiderio del primo periodo ma che comunque esso non scompare, cosa che a me invece è successa per entrambe le relazioni. Non sono stressata ne trattenuta quindi non capisco perché io non ne abbia mai voglia, e con “mai” intendo che io potrei tranquillamente fare a meno del rapporto sessuale, lo faccio solo perché so che dall’altra parte c’è il desiderio e questa cosa a lungo andare mi fa sentire a disagio perchè vorrei almeno in piccola parte sentirmi come nei primi tempi ma non ci riesco proprio. Come posso capire il motivo di questa cosa che mi succede? Grazie.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 30/06/2020 - 10:23

Milano
|

Gentile Anna, le motivazioni per cui si verifica questo calo del desiderio possono essere le più varie. Ciò che mi ha colpito nel suo scritto è l’assenza di un riferimento all'amore. C'è all'inizio della relazione un coinvolgimento amoroso che poi scompare oppure c'è stato in entrambi i casi solo attrazione sessuale che poi si è affievolita fino a scomparire...Se faccio bene i conti la prima relazione è iniziata a 15 anni: è un periodo quello adolescenziale di grande turbolenza emotiva, affettiva, sessuale. Approfondire, analizzare le motivazioni di questo disagio potrebbe darle una consapevolezza in più della situazione di disagio che sta vivendo e comprendersi meglio per fare scelte più' libere. Se dovesse ancora ripresentarsi questa situazione diciamo, con un prossimo partner, entrerebbe nella confusione più totale. Tanti saluti.

Dott.ssa Linda Bori Inserita il 29/06/2020 - 10:55

Roma - Monte Sacro, Conca d'Oro, Tufello, Settebag
|

Buongiorno Anna,

la sfera sessuale è legata a tantissime cose diverse.
La sessualità è vissuta in modo diverso da ognuno di noi, diverso è il modo di provare attrazione, diversi sono gli stimoli che fanno scattare il desiderio sessuale.
Secondo quanto scrivi, all'inizio della relazione provi desiderio per il tuo partner mentre con il passare del tempo questo desiderio si riduce, lasciandoti solo il piacere di accogliere il desiderio del tuo compagno.

Un buon punto di partenza potrebbe essere esplorare cosa provoca in te all'inizio della relazione l'attrazione sessuale. Certamente il tuo partner, ma non è solo questo. In quanto esseri umani complessi stimoli che suscitano il desiderio sessuale si mischiano con la pura chimica del corpo e gli elementi della situazione e del contesto.
Quali sono gli elementi che intervengono all'inizio della relazione che col passare dei mesi non ritrovi più?
Una riflessione di questo tipo può portare diverse informazioni, su di te in primis, su cosa ti piace e cosa ti stimola. Può permetterti di individuare il nodo ed, eventualmente, ricercare di ricreare gli stessi elementi anche nel corso del tempo.
Similarmente se c'è qualche elemento che può "scomparire" causando il calo del desiderio, potrebbero essercene altri che invece compaiono dopo i primi mesi di relazione che possono avere hanno lo stesso effetto.

Entrando in una sfera ancora più privata e delicata, è importante conoscersi nella propria intimità. Saper dire a noi stessi cosa ci piacerebbe, che cosa vorremmo o quali fantasie ci possano piacere. Spesso nelle relazioni di coppia, soprattutto nella sfera sessuale, si rischia di concentrarsi di più sul piacere dell'altro (traendone piacere a nostra volta).

Ho cercato di dare qualche spunto generale di riflessione, qualche domanda con cui puoi smuovere qualcosa e ricavare le informazioni che cerchi.

Resto a disposizione.

Un caro saluto

Dott.ssa Linda Bori