M.  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 15/04/2020

Roma

Passato e presente

Gentilissimi vi scrivo perché sento la necessità di un consulto riguardo la situazione che sto recentemente vivendo. Sono uscita recentemente da una convivenza di quasi sei anni. Io e il mio ex compagno ci conoscevamo già da prima, visto e considerato che eravamo stati amici dai tempi dell'università. Premetto che la nostra relazione è sempre stata conflittuale sin dal principio. Lui aveva dei problemi a fidarsi degli altri essendo stato tradito e lasciato dal suo primo amore. I nostri primi tre anni sono stati molto belli e intensi nonostante alcuni scontri che a volte si manifestavano. Successivamente ho cominciato a sentirmi un po' disillusa nei confronti della nostra relazione perché lui non parlava mai di costruire una famiglia insieme e questo a me pesava moltissimo. Probabilmente perché mio padre nella mia infanzia è sempre stato assente (anche se presente in casa). Nonostante passero anni, non sentivo mai da parte del mio ex compagno un trasporto nel voler evolvere il nostro rapporto. Non parlava mai di matrimonio o non fantasticava mai su un eventuale figlio insieme. Questa situazione arrivò a pesarmi così tanto che decisi di non pensarci più e non aspettarmi più nulla. Tutto cambiò quando dopo anni di alti e bassi conobbi un uomo separato con un figlio e persi la testa per questa persona. Decidendo così di lasciare il mio compagno e buttandomi a capofitto in questa nuova relazione. Nonostante penso di aver fatto la scelta giusta, spesso mi sento triste ripensando al passato. Mi sto scervellando nel capire il motivo del perché mi fa stare tanto male ripensare a quello che è stato, anche se oggi quello che sto vivendo mi fa stare bene. Spesso mi trovo a ripensare alla mia vecchia casa con nostalgia. Grazie anticipatamente

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Linda Bori Inserita il 15/04/2020 - 16:28

Roma - Monte Sacro, Conca d'Oro, Tufello, Settebag
|

Buon pomeriggio Manuela,

Mi sembra di capire che tu sia contenta della scelta fatta, hai deciso di buttarti a capofitto in questa storia e stai bene, hai quello che hai desiderato durante gli anni trascorsi nella precedente relazione. Quello che ti crea confusione è questa tristezza che si affaccia, questa nostalgia verso la tua vecchia abitazione e verso alla storia passata.
Le nostre emozioni a volte non sono definite, anche quando stiamo bene possono affacciarsi sentimenti che viviamo come negativi. Gli anni passati con il tuo ex compagno hanno avuto impatto su di te e sulla tua vita ed è normale che il pensiero ci torni.
Quando tutto rimane nella nostra testa è più complicato "sgrovigliarlo", ti consiglio di regalarti il tempo per te per elaborare la tua storia passata e quella attuale, sviscerare le tue paure e i tuoi desideri e trovare la risposta che cerchi.

Un caro saluto
Dott.ssa Linda Bori

Dott.ssa Irene Sibella Inserita il 16/04/2020 - 15:22

Cara Manuela,

da quanto ho capito dal suo racconto la storia con il suo compagno precedente è terminata a causa di una discrepanza tra i vostri progetti di vita: lei desiderava una famiglia mentre lui non ha mai manifestato questo desiderio. Nonostante questa differenza, lei è rimasta accanto al suo ex compagno mettendo da parte i suoi progetti fino a che non ha conosciuto il suo attuale compagno che probabilmente rappresentava una nuova possibilità. Cercando di rispondere alla sua domanda, bisognerebbe capire come lei stava nella relazione precedente, quali possibilità e orizzonti si sono chiusi e a quale parte di se stessa ha dovuto "rinunciare" con il finire della relazione. Le consiglio di riflettere anche sulla nuova relazione: condivide dei progetti con l'attuale partner? Quanto sono autentici per lei questi progetti? E quanto è autentica lei stessa in questa relazione?
Spero di averle dato modo di riflettere ulteriormente attraverso questo mio piccolo intervento.

Un saluto,
Dr.ssa Irene Sibella

Dott. Fabio Rapisarda Inserita il 15/04/2020 - 21:27

Salve, a volte può capitare di sentire tristezza e mancanza per un periodo passato, soprattutto quando si passa ad una nuova fase. Però, io le chiedo anche di domandarsi se in fondo in cuor suo, anche se ha sempre desiderato avere una relazione stabile, ciò in parte paradossalmente la preoccupa. La nostagia per un periodo passato, anche se turbolento, può essere legato ad un tipo di relazione, che in fondo sapeva benissimo che non sarebbe potuto essere stabile, da quello che dice. A volte quello che desideriamo (in questo caso una relazione stabile) corrisponde anche in parte a quello che temiamo. Si sente in alcuni momenti come se fosse chiusa in gabbia, anche se non c'è alcun motivo apparente ? Le consiglio di riflettere su questo punto.