Ilaria  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 03/04/2020

Alessandria

Dubbi nati da una relazione mancata

Buonasera, vi scrivo nella speranza di poter fare chiarezza nella mia mente. Sono felicemente fidanzata da molti mesi ma continua ad ossessionarmi l'ombra di una relazione mancata con un'altro ragazzo per circostanze esterne e più grandi di noi. Non sono mai riuscita a rassegnarmi, ho avuto questo atteggiamento per anni e ho respinto qualsiasi situazione che potesse sembrare l'inizio di una relazione perché non riuscivo a dimenticarlo finché non è arrivato il mio attuale ragazzo. Sono riuscita ad amare di nuovo ma quando vedo questo ragazzo continua a farmi effetto, lo sogno, e soffro nel vederlo soffrire quando sono con il mio ragazzo nonostante io sia felice con lui. È capace di suscitare dubbi sull'autenticità della mia attuale relazione e creare in me una confusione tale da mettere in discussione tutto. È ossessione? Non riesco a capire come liberarmene. Mi logora dentro nascondere questo malessere al mio attuale ragazzo, non merita di soffrire sapendo ciò. Vorrei superarlo da sola, io sono felice con lui e il pensiero di lasciarlo mi uccide.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Guarasci Inserita il 03/04/2020 - 15:33

Viareggio
|

Gent.le Ilaria,
credo che spesso tutto ciò che viene idealizzato diventa oggetto di desiderio, e credo anche che ciò sia del tutto normale. Quando però la situazione diventa un pensiero fisso allora si rischia di vivere quello che tu hai definito come una ossessione. Al di là però delle definizioni, che servono ma fino ad un certo punto, sarebbe, secondo me, più utile capire cosa hai fatto in questi anni e cosa fai per fronteggiare i pensieri. Capire se ci sono delle situazioni particolari che li attivano o sono una costante ciclica nella sua vita.
Inizia a rifletterci e se vuoi resto a disposizione per un confronto.
Concludo scrivendoti che sono d'accordo con te... questa è una "battaglia" tu e il tuo lui non può esserti di aiuto, anzi!
Buona giornata,
dott.ssa Valentina Guarasci.

Dott.ssa Valentina Bennati Inserita il 03/04/2020 - 14:36

Lucca
|

Cara Ilaria,
quello che non conosciamo suscita in noi due reazioni: ci fa paura perché non sappiamo bene cosa ci aspetta, è fuori dal nostro controllo, ma allo stesso tempo ne siamo irresistibilmente attratti. Tutto ciò di cui non abbiamo fatto esperienza diretta, ma che abbiamo desiderato e alimentato con i nostri pensieri rimane acceso dentro di noi, a volte con una forza maggiore rispetto alle vita che viviamo realmente e concretamente. Questo perché nella nostra mente lo abbiamo creato a nostro piacimento, ci abbiamo fantasticato e lo abbiamo dipinto come volevamo. Quello che accade a lei probabilmente è proprio questo. Tornare con la mente a quel ragazzo è un po' come cercare di capire come sarebbe andata se...darsi delle spiegazioni...valutare se è stata la scelta giusta... Rimane sempre il dubbio, è normale. Quello sul quale dovrebbe soffermarsi a riflettere è quanto tempo occupano le sue giornate questi pensieri? Interferiscono con la sua vita? O sono solo pensieri transitori? Riesce a controllarli o li vive come intrusivi e fuori controllo? Fa qualcosa per scacciarli o se ne vanno naturalmente? La invito a fare queste riflessioni. Resto a disposizione nel caso ritenga opportuno contattarmi. Le auguro una buona giornata.
Valentina Bennati