Valentina  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 07/03/2019

Cosa fare quando torna una ex "importante"?

Ho frequentato un ragazzo per due mesi e poco più, tutto andava bene, andavamo d'accordo, scherzavamo, passavamo molto tempo al telefono (siamo distanti), messaggi quotidiani su WhatsApp, (non è passato un giorno da quando ci siamo conosciuti che non mi abbia scritto), avevamo una forte passione fisica che piaceva molto a entrambi, insomma era in corso una bella conoscenza. La magia finisce quando torna la sua ex. Lei ha lasciato lui dopo 7 anni di storia e 4 mesi di convivenza. Il motivo a quanto ha raccontato lui è che non andavano più d'accordo, lui era diventato spento e cupo. Si lasciano quindi. Lei gli dice che non prova più niente e dopo un mese circa inizia a frequentare un ragazzo. Nel frattempo lui va avanti e conosce me. Inizia questa conoscenza. Hanno amici in comune il che lo ha portato a volte a rivedere la sua ex, ma più che altro di sfuggita. Dopo 5 mesi circa dalla rottura lei si è ripresentata mettendo in dubbio la sua decisione di averlo lasciato. Questo lo mette in crisi. Si allontana da me. Riflette per 10 giorni e poi ecco il verdetto: sceglie lei, ovviamente. Ne abbiamo parlato al telefono per 4 ore, una serata intera, e dice che sente che deve togliersi il dubbio di come potrebbe andare, perché altrimenti questo dubbio potrebbe non farlo stare sereno in futuro, dice che sono comunque 7 anni, che ne hanno passate tante ma che è comunque confuso e combattuto: "se mi fai la stessa domanda 10 volte in un giorno, avrai 10 risposte diverse". Non è comunque del tutto sicuro,anche perché nel frattempo era andato avanti e stava bene con sé stesso, si stava riscoprendo, e di questo cambiamento facevo parte anch io. Mi dice che comunque gli mancano i nostri fine settimana e le telefonate, che era interessato e non gli sono indifferente, mi dice addirittura che se voglio posso scrivergli, che comunque mi stima e che gli farebbe piacere mantenere un contatto..ma la scelta è di darle una possibilità, nonostante nel rivedersi e parlare abbiano pure già discusso. So che non sono paragonabili 2 mesi di conoscenza rispetto a 7 anni di amore e di progetti, eppure mi sento una stupida a pensare e soprattutto sperare che possa essersi sbagliato e magari tornare. Mi dispiace questa situazione perché mi piaceva davvero come persona. E a quanto dice dispiace anche a lui, anche perché non abbiamo avuto il tempo di vedere cosa poteva nascere realmente tra noi. Mi sento strana. Consapevole, ma dispiaciuta e delusa. Vorrei fare qualcosa, ma cosa? Credo ogni azione in questo caso sia assolutamente inutile.
Grazie.
Valentina

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta Altieri Inserita il 12/03/2019 - 17:34

Milano
|

Gentile Valentina, credo che lei abbia già trovato una risposta alla sua domanda, come dice alla fine della sua lettera: ogni azione sarebbe, probabilmente, inutile, anche perché avete già sviscerato la questione in ogni modo. Dovrà accettare la delusione e la frustrazione di aver investito energie e tempo in una relazione che, purtroppo, non è andata a buon fine. Purtroppo nelle storie si è in due e non tutto dipende da noi. Non si scoraggi, ci saranno altre occasioni.