Mattia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/03/2015

Cagliari

Creare empatia e capire la situazione attuale

Salve.
Non sono mai stato una cima nei rapporti con le ragazze,anche se negli ultimi 7/8 anni la cosa è peggiorata.
Ho avuto un'esperienza negativa in passato dove ero molto preso da una ragazza molto lunatica.In ogni caso dopo due anni di corteggiamento (parlo del 2010) riesco a uscirci e abbiamo un momento di intimità,tutto viene immediatamente stravolto nel giro di un giorno dove lei sparisce.

Fisicamente alle ragazze piaccio mi trovano carino e non ho grossi problemi a instaurare,anche dopo poco tempo,del contatto fisico e anzi a volte prendono l'iniziativa loro stesse.Il problema riguarda l'empatia ci son dei momenti dove non so cosa dire e le ragazze tendono a sentirsi in imbarazzo stando in silenzio.
Io soffro parecchio questa condizione perchè mi piacerebbe in alcuni casi portare l'interazione a un livello superiore e magari uscirci,conoscerle e baciarle.
Nell'ultimo anno ho ripreso a vedermi in gruppo da 4 con una ragazza che i primi mesi non mi interessava e che da dicembre ho scoperto piacermi.
Con lei il rapporto è di quelli strani,nel senso che abbiamo del contatto fisico ricercato più da me ma anche da lei.Il problema è sempre il solito l'empatia,non riesco crearla non riesco a portare la situazione ad un livello superiore,a lei credo di non dispiacere esteticamente,però ha molti ragazzi dietro e ho capito da certi suoi atteggiamenti(sguardi,postura,modo di comportarsi,frequenza con cui esce o il fatto non mi manda mai messaggi al cellulare) che non sono tra le sue priorità.Insomma non le dispiaccio ma presumo mi veda come un amico.

Il problema è il non riuscire a creare empatia,mi succede praticamente con tutte.O dal vivo quando diventano silenziose o anche via sms tendono a non rispondermi.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 08/04/2015 - 01:02

Viterbo
|

Gentile Mattia,

la possibilità di creare empatia, ossia sintonizzarsi sul piano affettivo dell'altro, è il primo passo per costruire una relazione affettiva soddisfacente. Questa abilità sociale, insieme a tante altre, può essere appresa e/o migliorata all'interno di un percorso psicologico mirato.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
www.psicologoaviterbo.it

Dott.ssa Lucia Catiuscia Balloi Inserita il 22/06/2016 - 14:43

L' empatia nasce naturalmente, il fatto di cercarla talvolta rende più difficile il trovarla. Lasciare che sia senza forzature è molto più efficace. Cerca di capire l' altra persona e vedrai che andrà tutto per il meglio.
Un saluto