Giulia domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 10/05/2016

Milano

Cosa posso fare per smettere di essere così spesso infelice?

Salve, ho 18 anni e scrivo questa lettera per chiedere consiglio a persone esperte.
Sono cresciuta solo con mia madre, mio padre vive lontano e non ho sue notizie dal 2010, e preferirei che questa situazione rimanesse così.
Le scrivo perché vorrei capire il mio stato di indifferenza verso la maggior parte di ciò che fa parte della mia vita.
Non riesco a comprendere perché io non sia felice.
Ho una madre che mi vuole bene e mi protegge, forse troppo.
Un fidanzato che mi ama e con cui sto insieme da circa 8 mesi, ma in questo ultimo periodo pur essendo sempre dolce e gentile nei miei confronti non riesco a ricambiare, se non fingendo.
Sto bene quando sono con lui ma la sua assenza non mi affligge.
A volte preferirei morire perché non capisco il senso della mia esistenza, e il motivo per cui io debba stare in un mondo che molto spesso porta più dolore che gioia.
Con il cibo e la mente ho situazioni altalenanti, mangio molto poco o nulla per un mese e comincio a mangiare tutto, e più del dovuto, in altre settimane, sentendomi ovviamente delusa e in uno stato di malessere e vergogna.
Cosa posso fare per smettere di essere così spesso infelice?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonino Savasta Inserita il 10/05/2016 - 23:20

Gentile Giulia, hai fatto benissimo a scrivere. Farsi delle domande così importanti come quelle che poni e sopratutto esternarle per trovare delle risposte è fondamentale per riuscire a stare meglio. Prova a contattare uno specialista della tua zona, cercando per provincia. Sono sicuro riuscirai a trovare chi ti saprà aiutare nel modo più adeguato.
Cordialmente, Dottor Antonino Savasta, Psicologo Clinico, Pistoia.

Dott.ssa Elisa Bonfanti Inserita il 16/06/2016 - 13:10

Gentile Giulia,
scrivere è stato un ottimo inzio; ora proceda a porsi queste domande confrontandosi con un professionista - Psicologo che possa accogliere le sue perplessità e la sua sofferenza e la aiuti a identificare risorse e stimoli utili a identificare obiettivi da realizzare. Non sempre si sta bene solo perchè non ci sono grandi ostacoli visibili; è necessario avere uno scopo e la motivazione per raggiungerlo per sentirsi vivi.
A disposizione,
Dott.ssa Elisa Bonfanti - Milano