Baba domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 19/09/2015

Prato

Comportamento strano?

Salve, inizio facendo una premessa: sono stata in cura da psicologi, terapisti e psichiatri da quando ne ho memoria. solo alla fine della mia adolescenze e da adulta sono andata per mia scelta per cercare soluzione alla mia depressione, fobia sociale e ansia generalizzata che mi hanno sempre diagnosticato.
Da un paio di anni ho smesso perchè ho trovato un mio equilibrio.
Il problema è che a nessuno dei dottori a cui mi sono rivolta consapevolmente ho mai detto di avere un comportamento che io reputo strano e di cui in famiglia mi hanno sempre fatto un po' vergognare anche se l'hanno sempre accettato: dondolo in avanti e indietro ascoltando la musica immaginandomi una mia vita parrallela oppure sognando di essere un personaggio di un libro, un fumetto, una serie tv ecc.
Ovviamente nessuno sa di questo mio comportamento apprate il mio nucleo familiare di origine e il mio ragazzo con cui convivo perchè lo reputo un atteggiamento da "malati".
In ogni caso mi calma e "tappa i buchi di tempo".
Potrebbe essere considerato un modo come un altro per calmarsi e passare il tempo oppure è potrebbe essere considerato un comportamento su cui indagare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Simone Ioppolo Inserita il 19/09/2015 - 23:49

Avigliana
|

Cara Baba, la fantasia e' quello strumento eccezionale che ci consente di giocare e non c'e nulla di piu' bello che giocare con qualcun'altro. La vergogna e' invece un sentimento sociale che consiste nel pensare che qualcuno possa "scoprirci", scoprire quella parte di noi sulla quale noi per primi esercitiamo un giudizio negativo. Non penso sia motivo di sofferenza per lei fantasticare, penso che sia motivo di sofferenza non potersi scoprire con nessuno. Questo si, andrebbe meglio compreso.

Cordiali saluti.
Dott. Ioppolo Simone
Psicologo psicoterapeuta