Leijona domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 15/02/2015

Modena

Problema con mio padre

Ciao a tutti, io ho un problema da sempre con mio padre. Cerco sempre do vestirmi larga, perché mi da fastidio in generale che s veda qualcosa, però essendo mio padre a volte capita che per sbaglio entra in camera mentre mi cambio. Questa cosa non si tratta di semplice vergogna ma mi mette a disagio ma veramente a livelli altissimi.sono arrivata al punto che quando anche sto per dormire mi viene in mente che potrebbe entrare mio padre e potrebbe guardarmi in quelle parti li, allora mi copro con una coperta. Perché faccio cosi? Di cosa si tratta?
Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 16/03/2015 - 00:09

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentile ragazza,

perchè non può parlarne con suo padre e mettere dei confini?

Resto a sua disposizione
Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo Napoli
Napoli Soccavo - Pompei - San Giuseppe Vesuviano
http://www.psicodialogando.com/

Dott.ssa Agnese Tiziana Magno Inserita il 21/02/2015 - 21:35

Gentile Leonija, questo comportamento, da parte di una figlia, non è affatto usuale. E' normale che ad una certa età una figlia senta un certo disagio a farsi vedere dal padre, ormai sei una donna. Il punto, però, è che per te non si tratta della semplice vergogna della bambina che si accorge di essere donna. Inoltre a rendere più marcata la situazione c'è il fatto che tu senta anche l'esigenza di nascondere a tuo padre il tuo corpo anche quando sei vestita e che abbia timore che lui venga a cercarti mentre dormi. Probabilmente dovresti analizzare meglio il rapporto con tuo padre. Quello che racconti lascia pensare che tu sia stata vittima di abusi e che quindi cerchi di renderti sensualmente "invisibile", non attraente. Questo non significa necessariamente che queste presunte molestie siano avvenute ad opera di tuo padre. Potrebbe essere stato un uomo adulto diverso, ma con il quale adesso identifichi lui. Insomma, non è un discorso semplice. Ti suggerisco di chiedere aiuto ad un collega della tua zona in modo da analizzare e comprendere queste tue sensazioni, al fine di vivere serenamente sia il rapporto con tuo padre, che quello con la figura maschile in genere e la tua femminilità.