Mariagrazia domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 28/06/2017

Perugia

Vado a convivere, felice ma mi manca la mia famiglia

Salve vorrei farle una domanda. Ho 22 anni e fra qualche giorno andrò a convivere, fin qui tutto bene perché era quello che desideravo. Ero felicissima al solo pensiero e anche ora lo sono però ora viene accompagnato anche a un senso di malinconia e tristezza! Ho paura che mi mancherà troppo la mia famiglia i miei fratelli e tutte le mie cose, abito comunque vicino ai miei nello stesso paese a pochi metri e so che potrò vederli tranquillamente tutti i giorni ma piango lo stesso continuamente. Sarà che sono molto legata a loro? Mamma per me è come un'amica, paura di crescere? Mi faccio domande del tipo: forse potevo aspettare ancora un po' ecc..ecc.. mi scusi se mi sono dilungata abbastanza. Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Ilaria Albano Inserita il 28/06/2017 - 09:11

Gentile Mariagrazia,
di fronte ad una decisione così importante è normale nutrire delle preoccupazioni o dei sentimenti di malinconia. Provi a accettare questi sentimenti come "parte del gioco", vivendoli con consapevolezza.
Se, però, queste preoccupazioni dovessero prendere il posto della felicità per il nuovo traguardo per la sua storia di amore, provi a riflettere sulla motivazione alla base della sua scelta di convivere in questo momento della sua vita: se tali motivazioni sono forti, investirà le sue energie per migliorare ulteriormente il rapporto con la sua famiglia, rinnovato in questa nuova veste. Se pensa, invece, che sia una decisione per lei prematura, ne parli con il suo ragazzo: sono sicura che insieme arriverete ad una soluzione. Ricordi che questo gesto potrebbe anche non essere definitivo, potrà sempre tornare indietro e cambiare idea, in ogni caso.
Per approfondimenti non esiti a contattarmi.
Buona giornata
Dott.ssa Ilaria Albano