Barbara domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 16/01/2017

Taranto

Delusione da parte di genitori e fratelli

Ciao a tutti mi chiamo Barbara e ho 30 anni e ho due fratelli più grandi di me.Sin da quando sono nata i miei genitori hanno pensato solo a loro infatti hanno avuto tutto come ad esempio macchine, soldi per studiare all'università,libertà e tanto altro.Io ora ho un figlio e un marito e sono dovuta tornare a casa dei miei genitori perché non arriviamo a fine mese e mi sento proprio giù perché non mi sono realizzata come volevo.Volevo diventare poliziotta ma mio padre non voleva investire su di me perché diceva che gli avrei fatto spendere soldi inutili come hanno fatto i miei fratelli.Oppure volevo fare la psicologa ma non avevo nessun appoggio o aiuto.Ora dopo che i miei fratelli si sono comportati male nei loro conforti mi stanno pagando un corso per preparazione a un concorso e fino alla fine della decisione che hanno preso mi hanno fatto piangere perche volevano capire quanto ci tenessi a questo concorso.E cmq lo sto facendo e ho tanta paura perché vorrei tanto vincerlo ma non è facile,vorrei cambiare città anche perché voglio cambiare vita insieme alla mia famiglia.Un altra cosa che non riesco a superare è il fatto che ho perso i contatti con i miei fratelli per colpa delle mogli.Sono 6 anni che con mio fratello grande dopo aver lavorato per lui nel suo centro estetico abbiamo sempre litigi e ora ho detto basta e non lo voglio più vedere e anche con l'altro fratello.Ora voglio capire cosa devo fare e perché mo sento giù.Vorrei tanto avere casa mia ma ancora niente..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia Frandi Inserita il 17/01/2017 - 18:32

Salve
Che fatica conquistarsi tutto da sola!immagino che in questo momento si senta particolarmente giù. Riflessioni di vario genere si aprono alla sua richiesta.Per esempio dice di non voler più avere a che fare con i suoi fratelli,ma allo stesso tempo traspare sofferenza per questa rottura ' imposta' dalle loro mogli.Inoltre sta cercando di costruirsi un futuro e lo sta facendo nella casa della famiglia di origine Dove non si è sentita sempre valorizzata come si deve.Le consiglio di scegliere uno spazio di riflessione eventualmente anche on Line con un professionista. Intanto potrà "assaggiare " un po ' della professione e chissà un giorno potrebbe decidere di riprendere il proposito di studiare psicologia! Un cordiale saluto. Resto in ascoltogni.

Dott.ssa francesca nobile Inserita il 16/01/2017 - 16:39

Cara Barbara, da quello che scrive sembra proprio che lei ritenga di aver ricevuto, fin ora, un trattamento di serie "B". Questo impegnativo concorso probabilmente rappresenta per lei la possibilità di cambiare alcune cose nella tua vita, ed in questo senso sta facendo un grande passo per cui dovrebbe essere orgogliosa, comunque vada. Ciò nonostante la fatica accumulata nel corso degli anni si sta facendo sentire e sembra che lei senta il bisogno di "sistemare" alcuni punti dolorosi che immagino "pesino" molto sul suo cuore. Se si sente di liberarsi di un po' di questi fardelli la aspetto per un colloquio in clinica Cittàgiardino a Padova.
Cari Saluti
F.Nobile