funny domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 06/04/2016

Ancona

Non me lo sarei mai aspettata

Piacere sono una ragazza di 20 anni e sono all'ultimo anno dell'alberghiero.
Io vivo con mia madre perchè i miei genitori sono separati da quando ne ho 10.
Pochi giorni dall'inizio di gennaio, mio padre , in una serata che sembrava essere la più bella della mia vita, mi ha guardato negli occhi e mi ha detto cose bruttissime che preferirei non citare e tra cui anche " non ci vedremo mai più" .
Messo nelle condizioni in cui era messo voi direste...si beh un padre che fa uso di alcol e anche droga è normale che ti dica questo..
Beh secondo me non lo è affatto.
Perchè dai.... parliamoci seriamente..qual'è il padre che non conosce a pieno sua figlia?
Io ,che sono una persona così aperta e priva di giudizi per chi ama la folle vita.
Sta di fatto che io ci sono rimasta molto male per questo e spesso sono triste , molto.
Ho una sensibilità fortissima in questo periodo .. Volevo chiedere un parere a voi,,cioè come posso affrontare la mia vita ? Perchè continuo a fare sogni in cui è lui che mi viene a parlare nonostante sia lui ad avermi allontanata...
E con questo non mi interessa il suo perdono. Perchè sono io ad avere ragione e non mi interessa ciò che pensano gli altri un padre che fa così non è degno di essere chiamato tale

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Annalisa Scarpini Inserita il 04/08/2016 - 17:46

Gentilissima Fanny,
in queste poche parole sento tutta la tua rabbia e la tristezza per questa situazione che fa male e lo farebbe a chiunque. I genitori hanno un ruolo importante nella vita di ognuno, ci dovrebbero insegnare ad amare, cos'è il calore, l'affetto, a giocare ad essere spontanei, a essere sicuri nella vita. Ma non tutti i genitori sono perfetti e non riescono a darci ciò di cui avremmo bisogno, forse per loro mancanze, forse perchè non ne sono capaci, forse perchè sono in un momento della vita in cui hanno loro bisogno di aiuto . Come affrontare la vita? Imparando a conoscerti e a curare le ferite passate, parlando con qualcuno e verbalizzando quello che provi, prendendo per mano quella parte di te a cui manca il suo papà non facendola sentire più sola.

Dott.ssa Annalisa Scarpini
Psicologo Ancona

Dott.ssa Teresa Costabile Inserita il 06/04/2016 - 18:45

Cara Fanny,
Mi dispiace che tu stia provando questa profonda tristezza.
Volevo partire dal fatto che non sempre l'idea di genitore che ci si crea corrisponde alla realtà. purtroppo una persona che ricorre alle sostanze per poter affrontare la vita spesso non riesce a trasmettere amore, in quanto la sostanza diventa il punto focale.
Forse i tuoi sogni ti suggeriscono un bisogno di vicinanza e di chiarimento, in fun dei conti pur dicendo che non è degno di essere chiamato padre, di fatto ci sei rimasta molto male per il suo rifiuto e le sue parole.
Il miglior consiglio che posso darti e di parlarne con un esperto in modo che tu possa affrontare questa situazione senza che si amplifichi ed affrontare al meglio la tua giovane vita.