Francesco domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 04/11/2015

Problemi a casa ed all'Università

Buona sera, sono un ragazzo di 19 anni e volevo più che altro un consiglio. Studio da un anno a Torino da fuori sede ed in un anno ho superato soltanto 2 esami, non perché non sia intelligente o non sia all'altezza ma perché non ho nessuna voglia di studiare, nel senso che non riesco a stare letteralmente sulla sedia davanti al libro. Questo mi ha portato a rimanere indietro con gli esami, ed ad avere i miei genitori che mi tartassano in continuazione dicendo che non faccio nulla, che ho scelto io di fare questo, che devo studiare eccetera... Un perenne litigio, ormai quasi non si parla d'altro... Sempre a dirmi che devo studiare ed a criticarmi per il fatto di non aver combinato quasi nulla.. Il mio secondo problema, non so se collegato al primo, è dovuto anche ad un'instabilità all'interno del nucleo familiare dovuta principalmente a mio fratello, un ragazzino adottato qualche anno fa che soffre di iperattività e provenendo oltretutto da una situazione disagiata, difficile da gestire. Mia madre cerca perennemente di stargli dietro, però questo genera perennemente attrito tra i due, ed a casa mia si urla sempre. Non siamo messi male economicamente, anzi io forse sono stato anche un po' viziato, ma non sono uno sciocco capriccioso, ma ora non capisco come comportarmi con i miei, perché si avverte sempre questa tensione. Fortunatamente a casa sto poco, studiando fuori, eppure sono sempre in grado di trasmettermi le loro ansie, anche attraverso una semplice telefonata. Aggiungo che sono un tipo molto socievole, sono fidanzato ed ho amici sia nella mia città natale, sia nella città in cui vivo; è difficile che io sia solo insomma (per fortuna). Le amicizie e la mia relazione di fidanzamento, sono per me come una fuga da tutto questo, un occasione per non pensare all'università ed alle continue questioni che si fanno in casa. Più che altro vorrei un consiglio, su come comportarmi con gli studi ed ancor di più a casa con la mia famiglia. Ringrazio anticipatamente

  0 Risposte pubblicate per questa domanda