Giusy domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 30/09/2015

Paure immotivate

Mia figlia Serena compirà 5 anni tra qualche giorno. E' ricominciato l'asilo (terzo anno) e lei non lo accetta. Eppure l'anno scorso l'aveva frequentato volentieri.
Piange e si dispera, ma poi a scuola è tranquilla. Resta comunque molto agitata, anche quando stiamo tutti insieme nel fine settimana. Per niente fa capricci e vere e proprie sceneggiate che sono anche difficili da gestire. Le punizioni non sortiscono effetti.
Ha anche ricominciato ad utilizzare il colore nero nei suoi disegni.
Vive da sempre continue paure (dei tuoni, dei fuochi d'artificio) che sta trasmettendo anche alla sorella più piccola. E' molto sensibile, ma ho l'impressione che questa sensibilità si trasformi più spesso in ansia. Teme sempre di essere abbandonata; se non mi vede in casa mi chiama urlando, spesso mi chiede quando morirò, se sono abbastanza giovane, non vuole mai dormire dai nonni, etc.
Io cerco di tranquillizzarla come posso; a volte la butto sullo scherzo, altre volte la rassicuro, a volte mi arrabbio... non so più come prenderla ed inizio a preoccuparmi perchè non vedo un processo di maturazione. Anzi a volte mi sembra di fare passi indietro...
Grazie mille anticipatamente.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Martina Fabbrizzi Inserita il 01/10/2015 - 07:30

Empoli
|

Gentile Giusy,
Raramente i capricci dei figli sono immotivati, spesso, anche se è difficile comprenderlo, ci sono motivi nascosti che sta a noi cercare di comprendere. Succede anche, qualche volta, che alla vista di un cambiamento, come ad esempio l'ultimo anno di asilo che segna il passaggio ad una scuola diversa, o anche il primo anno di elementari, i bambini "regrediscano" e si comportino come bimbi più piccoli, magari cercando di più la mamma o il ciuccio.
Dalle sue parole mi sembra che emergano due situazioni: una in cui la bambina ha difficoltà a vivere serenamente l'asilo e che trasmette a voi genitori tramite i suoi capricci e le sue paure. In questo caso i capricci e gli scoppi d'ira possono rappresentare una forte paura. Forse è successo qualcosa all'asilo e la bambina ha timore di andarci oppure è ritornata in lei la paura della separazione. Consiglio di parlare con la bambina apertamente, cercando di mettersi nei suoi panni per capirla, e cercare di rassicurarla e "contenerla".
Per quanto riguarda la paura della morte, che spesso è collegata alla separazione dal genitore, ma può anche darsi che abbia sentito qualcuno all'asilo che ne parlava e sia stata colta da forte paura a riguardo, è la classica "domanda difficile" che i bambini a questa età comunichiamo a fare. Solitamente consiglio ai genitori di parlare serenamente con il bambino, magari affrontando l'argomento in modo pacato ma cercando di rassicurarlo il più possibile.
Mi permetta di chiederle: la bambina dorme da sola o ha difficoltà ad addormentarsi?
Rimango a disposizione per ogni chiarimento

Gentilmente
Dott.ssa Martina Fabbrizzi
(Firenze)