Paul John Passalacqua domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 23/07/2015

Frosinone

Una figlia in clausura, esce di casa raramente

Buonsera, ho una figlia che compirà 17 anni a fine agosto. Da circa un anno si è praticamente rinchiusa in casa ed esce raramente. Non sembra che abbia amicizie intime, eppure, quando si trova in mezzo alle persone, non ha problemi a relazionarsi con gli altri. In casa, si rintana spesso in camera sua, però, sembra che con noi, parla, ride e scherza tranquillamente. Io ricordo che da ragazzo, ho vissuto una situazione simile (ma non ricordo quanto tempo sia durata), mi devo preoccupare e magari farla seguire da un terapeuta, o è una situazione che passerà da sola. Purtroppo mia moglie la sta vivendo male questa situazione e la aggredisce spesso, con la speranza di spronarla. Io, invece, cerco di convincerla ad uscire, senza essere però troppo insistente, se non a volte, che la obbligo ad uscire. Quello che mi lascia perplesso è che, una volta uscita, quando rientra, dice che si è divertita e ci racconta anche episodi avvenuti. Allora, perchè poi, la sera successiva, torna ad essere apatica e a non volere uscire.? Spero che possiate darmi una risposta su come comportarmi.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 31/07/2015 - 12:05

Viterbo
|

Gentile Utente,

credo sia necessaria una consulenza per voi genitori, ma (almeno per il momento) non per vostra figlia.
Da qui non possiamo sapere se c'è qualcosa che non va nel comportamento della ragazza, ma probabilmente i vostri atteggiamenti di preoccupazione non fanno altro che alimentare (creare?) il problema.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo clinico e forense, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica