ale23 domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/02/2015

Bologna

Depressione da quando la mia cagnona è morta

Salve, ho 32 anni e sono caduto da circa 3 mesi in uno stato di depressione abbastanza forte. Tutto è iniziato dalla morte per tumore della mia cagnona di 9 anni che avevo in co-proprietà con la mia ex findanzata. Non è stata tanto la morte in sè, in quanto nella mia vita ho affrontato già svariati lutti familiari, quanto i sensi di colpa che mi hanno invaso la mente. Il cane è morto dopo 5 mesi che era con la mia ex e la colpa che mi attribuisco è legata al fatto che nell'ultimo periodo da me tenuta, l'ho alimentata con del mangime più scadente rispetto al solito, proprio io che ero attentissimo all'alimentazione e alla sua cura generale. I sensi di colpa non mi lasciano e i pensieri sono fissi nella mente, bloccandomi nelle mie attività giornaliere (era anche un periodo di transizione per me, alla ricerca di un nuovo lavoro). grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa DANIELA SIRTORI Inserita il 23/02/2015 - 12:51

Gentile Ale23,
concordo con la collega sul fatto che razionalmente i pensieri fissi sono immotivati perchè se pensa all'età media di un cane e alle molteplicità di cause che producono o sviluppano un tumore il suo contributo potrebbe essere davvero irrilevante. Ma ciò che legava questa cagnona a lei e alla sua ex fidanzata forse ha fatto si che lei trasferisse su tale vicenda cose che si rimprovera rispetto a questa relazione. Un supporto psicologico potrebbe esserle di aiuto per capire se è rimasto dentro di lei qualcosa di irrisolto.

Un caro saluto
Dssa Daniela Sirtori

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 21/02/2015 - 15:14

Caro Utente,
mi lasci dire che la morte di animale domestico rappresenta un vero e proprio lutto ed è normale sperimentare i vissuti che lei ci racconta.
In questa situazione però si colloca anche un altro elemento: la cagnona era sia sua che della sua ex-fidanzata.
Bisognerebbe approfondire il significato di questa passata relazione per comprendere i suoi pensieri fissi ed il suo forte senso di colpa.
Razionalmente credo che lei sappia che molto probabilmente la questione del cibo non ha influito minimamente sul tumore dalla cagna, eppure se ne rimprovera.
Mi viene da chiederle se per caso questo rimprovero le sia stato mosso anche dalla sua ex-fidanzata...
Visto la presenza di questi pensieri e di questo senso di colpa legati anche ad un periodo per lei non facile, le consiglierei di contattare uno specialista nella sua città per poter affrontare questo momento.
Un caro saluto,

Dott.ssa Valentina Mossa
www.valentinamossa.com
https://www.facebook.com/dottoressavalentinamossa