Eleonora domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 08/11/2017

Venezia

Cambio di personalità

Gentili dottori, scrivo perché sono molto preoccupata per mia madre. Ha 58 anni, è stata per anni una donna forte, attiva, curiosa, razionale e io l'ho sempre stimata moltissimo. Ha avuto la forza di prendere un diploma a 40 anni e si è trovata un lavoro. Ha sempre letto tantissimi libri, spaziando da Freud all' ayurveda all' Apologia di Socrate. Nella vita come tutti ha affrontato sfide e si è un po' indurita. I suoi genitori si sono ammalati e circa 5 anni fa non erano più autonomi, lei si occupava di molte cose. Io mi sono sposata 11 anni fa e quindi non abito più con i miei genitori e mio fratello è diventato padre da 3 anni e anche lui da 4 anni non abita più con i miei. Inoltre mia mamma ha mollato il lavoro da una decina di anni quindi era molto concentrata sulla nostra famiglia e sui suoi genitori. Arriviamo al 2014, i miei nonni materni muoiono a 6 settimane l'una dall'altro (con parecchi problemi burocratici legati a successioni...). Da quel momento è cambiata. Noi tutti pensavamo comunque al lutto e ai problemi burocratici connessi, anche perché lei era stata molto maltrattata da bambina e si aspettava che i suoi genitori si scusassero con lei e ciò non è avvenuto. Il suo sentimento predominante è la rabbia, è sempre caustica e sarcastica. Cerca il pretesto per litigare e sfogarsi e in particolare con me, mi critica in continuazione su come educo i miei figli, mi rinfaccia cose che ho detto o fatto da adolescente (tipo che ho passato il capodanno a casa della mia allora amica del cuore). Ha cambiato anche idee politiche, prima predisposta all' innovazione e all'accoglienza, ora è razzista fuori misura. Io sto iniziando a pensare che ci siano cause fisiologiche (qualche problema cerebrale o simili) tanto è cambiata. È ingrassata e ha sviluppato una certa ipocondria (tanto che non vuole vedere neanche i nipoti se sono malati). Ho provato sia a darle i suoi spazi sia a trascorrere del tempo con lei pensando che avesse bisogno di compagnia. Non so più cosa fare. Qualcuno può aiutarmi? Grazie mille per il.vostro ascolto

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Arcangela AnnaRita Savino Inserita il 10/11/2017 - 06:24

Buongiorno Eleonora, le consiglio una visita specialistica psichiatrica per un inquadramento maggiore e più adeguata della situazione.


Cordialmente, dott.ssa ARCANGELA ANNARITA SAVINO