Rosa domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 26/10/2017

Foggia

Disturbo bipolare: si può somministrare di nascosto farmaci?

Salve, ho un parente di primo grado di 50 anni circa che soffre di disturbo bipolare, alternando periodi di chiusura a periodi ipomaliacali. In quest'ultimo il suo comportamento è iperattivo e caotico. Non sente quasi il bisogno di mangiare e dormire e mette in atto comportamenti impulsivi quali spese eccessive e arrabbiatura facile rendendo la vita di chi gli sta vicino molto difficile.. questa storia va avanti da dieci anni ma il soggetto ignora e non accetta di essere affetto da questo disturbo e non vuole sottoporsi a terapie o contattare uno psicologo.. prendendo informazioni a riguardo ho saputo che facendo uso di litio il disturbo potrebbe attenuarsi. Il litio in erboristeria può essere efficace? in quanto il "paziente" è intollerante e allergico a molti farmaci.
Se è efficace si può somministrare di nascosto? E la quantità giornaliera?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Guido D'Acuti Inserita il 26/10/2017 - 17:05

Buonasera Rosa,
è molto importante che i farmaci vengano prescritti da uno specialista, in questo caso un medico psichiatra. Somministrare farmaci di nascosto è molto pericoloso e assolutamente da evitare.
Anche se ha provato spesso a convincerlo ad iniziare un percorso di terapia, credo che sia fondamentale insistere e provare ad affidarsi ad un percorso di terapia che preveda anche un consulto psichiatrico per valutare un'eventuale terapia farmacologica.
La ringrazio e rimango disponibile per qualsiasi informazione.