Preoccupata25 domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 23/10/2017

Palermo

Amicizia finita?

Salve,
Ho quasi 30 anni e scrivo per capire se la sensazione che vivo è solo momentanea o meno.
Circa 3 anni fa è finita l'amicizia con la mia migliore amica, poichè io ho rivelato alcune cose intime ad un'altra persona; questa persona era un ragazzo con il quale ho avuto una relazione per 4 anni, mai ufficializzata (poichè lui non se la sentiva) e che ha minato la mia sicurezza ed autostima.
A seguito di questo litigio e rottura, queste due persone hanno intrapreso una relazione, ad oggi però finita ed io, piano piano (anche con l'aiuto di psicofarmaci che mi hanno aiutato a superare la depressione), sono riuscita a costruirmi altri rapporti, basati su fiducia e stima.
Questa ragazza, poco tempo fa, mi ha chiesto di incontrarci per parlare di come fossero proseguite le nostre vite, per riconoscere anche i suoi errori (come l'aver intrapreso quella relazione malsana) e per dirmi che vuole riallacciare un rapporto.
Se dapprima la cosa mi è sembrata positiva, ho iniziato poi a ragionare e questo ha scatenato in me ansia.
Prima ragione: mia madre non è a conoscenza di questo tentativo di riavvicinamento e so bene che non approverebbe, poichè sa quanto io ci sia stata male in passato e in aggiunta, anche lei discusse con questa ragazza e con sua madre.
Seconda ragione: amicizia è spontaneità ed ora, quando mi scrive, sento invece in me salire la sensazione d'ansia.
Vorrei capire se quest'ansia è solo un retaggio del passato, per il senso di colpa provato e quindi svanirà, oppure se questo fascio di sensazioni è il segnale che mi da il corpo e la mente per poter dire "No non è la strada giusta da intraprendere ormai".
Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Serena Fuart Inserita il 23/10/2017 - 16:10

Buongiorno, sembra che la Sua ansia sembri darLe dei suggerimenti ovvero di non riprendere i rapporti. Però la strada da seguire la può scopire solo Lei ascoltandosi bene, ascoltando i segnali del Suo corpo e magari chiedendo un supporto alle persone a Lei vicine.

Dott.ssa Emanuela Mezzani Inserita il 23/10/2017 - 11:48

Buongiorno, ho l'impressione che lei abbia in sé una risposta e una volontà precisa rispetto alla richiesta della sua amica, ma che seguirla le faccia rivivere i sensi di colpa e la responsabilità che sente gravare su di lei (magari senza una ragione franca e chiara). Dopotutto lei si è faticosamente ripresa da questa rottura e da tutte le conseguenze ulteriori, e avrebbe sicuramente tutto il diritto di proseguire in questa direzione. Ma la nostra mente agisce spesso senza "ma" e senza "se", esige e pretende chiarezza, e fino a quando non l'ha ricevuta la reclama sottoforma di rimuginii, pensieri e anche sensi di colpa. Segua il suo cuore, senza aver paura di accettare (anche senza necessariamente condividere) i punti di vista degli altri, aiutano a crescere nella difficoltà
Saluti.