Rosa domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 01/08/2017

Napoli

Come combattere l'ansia?

Salve ho 27 anni e da piccola già soffrivo di ansia avevo la sensazione che qualcuno mi stringeva in gola probabilmente il motivo era la separazione dei miei genitori.
Con il passare degli anni sono peggiorata non vivo più bene ho crisi di pianto mi si chiude lo stomaco anche perchè ho un fratello con problemi di tossicodipendenza e questa situazione a me fa male primo perchè vedo mia madre soffrire poi mio fratello giorno per giorno peggiora. Sto con un ragazzo che non mi fa mancare nulla ma io non lo amo e nel frattempo mi vedo con il mio primo fidanzato perchè con il tempo ho scoperto di amarlo ancora nonostante l'abbia lasciato io. Ma lui oramai ha una vita sua e un figlio ma nonostante tutto non ci siamo mai persi di vista però lui mi dice che non si sente sicuro di affrontare questa situazione per non far del male al figlio visto che ha 3 anni. Da 7 mesi ci vediamo ogni giorno all inizio mi dimostrava tanto amore ma con il tempo non mi da più quello che mi dava prima mi sento trascurata, la dignità lo buttata via a causa sua mi sottometto sempre a lui ma con scarsi risultati. Mi chiedo forse il problema non è il figlio ma ama sua moglie? E allora perché ci vediamo? Io se non lo vedo un giorno mi sale l'ansia scoppio a piangere. Dico perché non togliere da mezzo? Perché non ci riesco e se vado via lui dice allora non mi volevi cosi tanto ti sei arresa? Perché non lasciare quello attuale? Perché ho paura di rimanere sola io voglio costruire un futuro oggi di persone come lui quasi non c'è ne sono. Mi dico io per paura di restare sola sarò infelice allora sono egoista. Mi faccio domande e risposte
Dico oramai la mia vita cosi deve andare sarò infelice a vita.
Forse dovrò essere aiutata da uno psicologo? Mi vergogno di andarci perché forse gia so cosa mi dirà e io non lo accetto e se sono punto e a capo? Io vorrei vincere l'ansia perché è una sensazione bruttissima

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 02/08/2017 - 16:24

Gentile Rosa,
inizio col dirti che assolutamente non sarai infelice a vita. Nonostante l'ansia spesso di paralizzi, tu sai prendere delle scelte e guidare il tuo futuro in una direzione diversa. Tu stessa ti fai delle domande e forse se scavassi un po' più in profondità, avresti già le risposte. Dici di temere di restare sola e questa è già una buona conclusione. Non temere di rivolgerti ad uno psicologo, non ti giudicherà ma ti aiuterà solo a trovare delle risposte e a muoverti meglio possibilmente senza l'ansia che ti blocca ora.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)

Dott.ssa Serena Fuart Inserita il 09/08/2017 - 13:35

L'ansia è un sintomo, e in molti casi vuole comunicarci che qualcosa non va, inoltre per quanto brutta e fastidiosa a volte può essere paradossalmente meno faticosa del problema che la causa. Tutto questo per dirLe che nella Sua vita emergono situazioni vissute con molta problematicità che probabilmente Lei incanala nell'ansia. Il mio invito è parlarne ad un professionista per riuscire a elaborare quello che non La fa stare serena e riuscire a narrare diversamente la vita che Lei vive.
Cordialmente
Serena fuart