Alessandra domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 12/07/2017

Università

Salve,mi chiamo Alessandra e tra poco compio 28 anni.Mi sono laureata a novembre del 2016 in biotecnologie.Premetto che ho scelto questa facoltà quasi "a caso",durante gli anni sia per problemi di salute che di famiglia e sia perché non ero invogliata a studiare non ho dato gli esami nei tempi stabiliti ed h impiegato molto per avere una laurea triennale.A gennaio di quest'anno mi sono iscritta alla magistrale sempre di biotecnologie però mi sono trovata malissimo,non mi piacciono le materie,non mi trovo bene con i miei nuovi amici e mi pesa sua seguire che studiare.A marzo dell'anno prossimo dovrò sposarmi,quindi ho seriamente valutato L ipotesi di lasciare l'università e lavorare nell'azienda di famiglia.Devo anche dire che biotecnologie e quindi il ruolo del ricercatore qui in Italia non è per nulla messo in primo piano e quindi ci sentiamo molto demoralizzati,abbiamo prospettive di lavoro molto basse e ancora meno noi al sud( io mi sono laureata alla SUN a Caserta). Sono molto preoccupata per questa scelta,ho paura di sentirmi in colpa,di pentirmi della mia scelta in futuro e di non poter ritornare indietro,d altra parte però alla mia età ho davvero la voglia e il bisogno di essere indipendente,sia a causa del matrimonio sia perché non voglio più essere un peso per i miei genitori o per il mio ragazzo.
Sono davvero molto avvilita in questo periodo e molto preoccupata.Non ne parlo nemmeno con nessuno della mia decisione in quanto ho paura di deludere tutti coloro che sono intorno a me.
Grazie per la risposta

  0 Risposte pubblicate per questa domanda