Babi domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 17/02/2017

Sono confusa, vorrei capire e sapere come comportarmi

Buongiorno a tutti! Mi chiamo Barbara e ho 23 anni, sto cercando una psicologa con cui parlare e capire cosa potrebbe aiutarmi. Cercherò di essere breve, per quanto possibile: soffro di ansia in generale, ormai è diventata parte di me e sfocia ogni volta che può (anche se col tempo un po' la situazione è migliorata), sto così da parecchi anni; sono ipocondriaca, ho un "disturbo alimentare": non so come descriverlo, perché io voglio mangiare e mi piace mangiare, ecco forse "fobia" è il termine giusto, perché in certe circostanze mi limito nel mangiare, evito determinati cibi e sono più propensa a mangiarne altri che so non mi faranno stare male (e vomitare che è una mia fobia fin da bambina); soffro di bruxismo. Da un anno a questa parte mi sono resa conto di avere dei cambiamenti d'umore, di essere più irritata e scontrosa certi giorni, alzando la voce e arrabbiandomi con poco, cambiamento di idee nel giro di qualche giorno, anche su ciò che penso riguardo una determinata persona, piango molto più facilmente e mi commuovo più facilmente. Soffro del disturbo ossessivo compulsivo, me ne sono resa conto da due anni circa, i sintomi più che altro, riguardano la tavola: tutto deve essere messo in un certo modo e se spostato deve assolutamente tornare al posto di prima, mettere le cose in un certo modo mi dà una sensazione piacevole, non torno piacevolmente in un posto dove sono stata male e ho paura di fare cose che mi hanno fatta stare male, o andare in posti dove sono stata male, la notte la mente prende il sopravvento e ho dei flash (che non riesco a scacciare, più ci provo, più si ripresentano) di immagini catastrofiche che riguardano me, i miei cari, e io più che altro devo cercare di sistemare le cose, di salvarli, e l'ansia, la tensione e la paura dilagano. La cosa "strana" è che sono ossessivo compulsiva, ma sono una persona estremamente disordinata, penso sia perché nella mente ci sia molto caos, almeno io lo spiego così, e per il resto ci sono dei periodi in cui sono molto triste, giù di corda e non ho voglia di fare niente, periodi di apatia, in cui anche la cosa che amo di più, non mi darebbe gioia, in cui vivo perché devo vivere, dove nulla ha senso, altri in cui sto benino, dove mi sforzo di darmi forza e altri in cui sto bene, nel senso che non ci penso.
Non penso di essermi spiegata al meglio, spero di ricevere qualche risposta, vi ringrazio in anticipo e buona giornata!
Barbara.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Marianna Soddu Inserita il 17/02/2017 - 16:18

Cara Barbara, il quadro che dipinge è molto complesso, e non sarebbe corretto fornire una risposta on line. Concordo con la sua idea: sicuramente ha bisogno di un professionista con cui parlare, ma dal vivo, intraprendendo una terapia che le permetta di vivere meglio. Non aspetti oltre...l'ansia, le ossessioni e le paure che l'affiggono non voleranno via per magia.
un grande in bocca al lupo
Dott.ssa Marianna Soddu