Carla domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 13/12/2016

Ravenna

Concentrazione assente

Mi rivolgo a voi per capire se il mio problema, che sussiste da un paio di anni, è qualcosa di veramente serio o una sciocchezza passeggera.
Come già detto, da circa due anni non riesco a concentrarmi: questo incide pesantemente sul rendimento scolastico, ma anche sulle attività di tutti i giorni, in quanto non riesco più a leggere un libro, a guardare un film senza dover andare a cercare la trama o semplicemente a svolgere una semplice mansione domestica senza dimenticarmi cosa stessi facendo.
Inoltre, quasi involontariamente distruggo ogni rapporto di amicizia e non che ho. Dopo un paio di mesi trovo insopportabile la compagnia di persone che credevo mie amiche e dettagli insignificanti mi innervosiscono a dismisura.
Voglio quindi chiedere se è normale questo drastico cambiamento, visto che in pochi mesi la mia vita si è ribaltata e la situazione non sembra cambiare.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Carlo Casati Inserita il 13/12/2016 - 16:53

Milano - Centro storico
|

Cara Signora,

In generale, prima di pensare ad un percorso di psicoterapia, occorre escludere eventuali cause organiche. Le consiglio di parlarne al suo medico di base, che deciderà se è il caso di inviarla da un neurologo. Solo dopo che il neurologo non avrà riscontrato alterazioni organiche, potrà procedere contattando uno psicoterapeuta. Questo modo di procedere é più lungo, ma dà le garanzie necessarie a lei ed al terapeuta stesso.

Cordialmente,

Dr. Carlo Casati, medico psicoterapeuta - Verona