lorenzo domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 09/12/2016

Ansia e insonnia

Sono sempre stato una persona abbastanza agitata, non che avessi paura di fallire; semplicemente l'avere qualcosa da fare mi metteva sotto pressione.
Questo fino ad adesso si è dimostrato quasi un pregio: l' andrenalina buona che ti salva nelle interrogazioni, il mio cervello che ha imparato a lavorare molto in fretta, il fatto di essere "concentrato" anche quando sono stanco.
poi ovviamente ci sono stati piu lati negativi, ma con cui ho sempre convissuto (non ricordo verifica di matematica in cui non facessi errori di calcolo).
Ultimamente questa cosa mi sta decisamente sfuggendo di mano: ho avuto tre attacchi di panico (di cui uno alla guida), ho iniziato a perdere completamente la concentrazione e soprattutto ho sviluppato un insonnia (che dura ormai da 3 mesi) la quale mi procura molta difficoltà nell'addormentarmi.
Scrivo soprattutto riguardo a quest' ultima, in quanto ho provato ogni soluzione (compreso il farmi visitare dal mio medico di base) : melatonina, valeriana, potassio, passiflora, tisane,...
Vorrei evitare di ricorrere a sonniferi ed è perciò che sono restio a farmi visitare da un neurologo.
Volevo provare qualche cosa tipo meditazione o autoipnosi (che aiuterebbero anche a gestire l'ansia), ma non so a chi rivolgermi, soprattutto perchè queste discipline sono molto usate in altri ambiti di cui a me non interessa nulla, tipo lo Joga

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Carlo Casati Inserita il 10/12/2016 - 14:59

Milano - Centro storico
|

Caro Lorenzo,

"Qualcosa tipo meditazione" può sicuramente aiutare a gestire l'ansia. Io, però, ti suggerisco prima di capire bene che cosa ti sta succedendo: perché l'insonnia e perché gli attacchi di panico. Soprattutto che cosa è l'ansia, che cosa è un attacco di panico. Come li puoi fronteggiare. Non è un percorso così lungo: con l'aiuto di terapeuta cognitivo-comportamentale ti possono bastare una dozzina di sedute.

Carlo Casati - medico psicoterapeuta - Verona

Dott.ssa Cristina Giacomelli Inserita il 09/12/2016 - 10:22

Caro Lorenzo
ansia e insonnia sono tipici sintomi psicosomatici e, come pure gli attacchi di panico, sono un modo che la mente utilizza per gridare la propria sofferenza, per dire che ci sono conflitti emotivi inconsci che non si può più far finta di non vedere. Vanno affrontati e risolti: modi "plateali" come i sintomi che ha descritto sono messi in scena proprio per questo motivo.
Tecniche di rilassamento sono efficaci: io non le consiglio lo yoga o simili perchè il loro effetto è limitato solo al momento in cui si praticano; effetti duraturi e permanenti, se praticato bene e costantemente, sono riscontrabili con il Training Autogeno (condotto da psicoterapeuti, sia individualmente che attraverso corsi organizzati).
Tuttavia, l'unico modo per agire definitivamente sulle motivazioni profonde che causano i sintomi suddetti è un percorso di psicoterapia (psicodinamica).
Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti
Cordialmente

Dr.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara