vincenzo88 domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/11/2016

Fobia Sociale

Salve psicologi sono Vincenzo da Napoli e penso che soffro di ansia sociale la domanda é chiara. Come faccio a ritrovare me stesso a guarire?
Mi sento strano ho paura se alzano la voce in un discorso .quando vado in giro per la città mi sento osservato. provo a camminare bene per paura di essere giudicato. sto sempre a pensare .mi chiudo spesso in camera per ore con il telefono. Uff quando finirà sono stanco di soffrire. Spero in voi

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 28/11/2016 - 22:59

Viterbo
|

Caro Vincenzo,

quale specialista ha fatto la diagnosi di "fobia sociale"?
Forse è il caso di mettere da parte le etichette diagnostiche e iniziare a riflettere su di sé, ossia sulle sue insicurezze, la sua autostima, le sue relazioni sociali ecc.
Il fatto di sentirsi "stanco di soffrire" potrebbe essere utile, potrebbe essere la spinta necessaria per iniziare a stare meglio, magari contattando uno psicologo di persona per una consulenza.
Non può sperare di risolvere il tutto con un consulto on-line, qui possiamo solo dare un orientamento, ma non possiamo fare né diagnosi né suggerire comportamenti utili.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica

Dott.ssa Giorgia Salvagno Inserita il 30/11/2016 - 13:57

Gentile Vincenzo,
innanzitutto si scrolli di dosso questa etichetta di fobia sociale, che certamente non è di aiuto.
In secondo luogo, da ciò che racconta sembrerebbe che stia vivendo un grande disagio rispetto al giudizio altrui. Il timore del giudizio degli altri è molto comune, ma se supera un certo livello può portare a difficoltà, come mi sembra di capire nel suo caso.
Potrebbe esserle utile rivolgersi ad uno psicologo della sua zona per intraprendere un percorso di sostegno psicologico, in modo da chiarire bene la situazione e ritrovare se stesso, come lei dice. Può informarsi anche presso il suo medico di base o rivolgersi al Consultorio Familiare della sua ulss,
In alternativa, per avere un primo orientamento, può anche consultare uno psicologo a distanza, in modo da avere un'indicazione specifica sul professionista più adatto alla sua situazione.

Resto a disposizione

Cordialmente,
Dott.ssa Giorgia Salvagno
Psicologa a Venezia e Online