Giannibee domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 25/09/2014

Barletta-Andria-Trani

Ricaduta stato ansioso

Sono giovanni ho 36 anni e circa tre anni fa ho avuto problemi d'ansia e depressione fino a quando decisi di rivolgermi al CSM del mio paese nel quale mi hanno prescritto dei farmaci (xanax rp e sereupin), oggi purtroppo dopo anni che credevo di aver risolto non assumendo nessun farmaco, sto avendo gli stessi disturbi penso a causa di una vita più frenetica e complicata da figli lavoro casa......avendo delle rimanenze di sereupin ho deciso di ricominciare ma la mia domanda e' : è normale avere dei sintomi tipo nausea, crampi allo stomaco, tremori, mal di testa all' assunzione di tale farmaco o e' solo una reazione del mio fisico al mio stato d'animo? Se questi sintomi sono dovuti al farmaco scompariranno e dopo quanto tempo?

  7 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 16/10/2014 - 15:39

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentile Giovanni,
come già le suggerivano i miei colleghi, non può riprendere di sua iniziativa una terapia farmacologica precedentemente interrotta senza aver prima consultato un medico.
Ci tengo tuttavia a sottolineare che la terapia farmacologica agisce solo sui sintomi, non sulle cause e questo la rende più esposto alle "ricadute". Per comprendere e lavorare sulle origini della sua ansia dovrebbe piuttosto iniziare un percorso di psicoterapia che le permetta di affrontare la sua problematica una volta per tutte.

Sperando di esserle stata di aiuto, la saluto calorosamente

Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e Psicoterapeuta
Studio di Psicologia Napoli-Bari

Dott.ssa Annalisa Sammaciccio Inserita il 16/10/2014 - 09:40

Gentile Giovanni, ti consiglio caldamente di rivolgerti ad uno psichiatra, magari lo stesso che ti seguì anni fa e che ti conosce già, allo scopo di reimpostare in maniera corretta, nei dosaggi e anche nella tipologia di farmaco, la nuova terapia farmacologica. Convinta che i sintomi ansioso depressivi siano la punta di un iceberg di un malessere che se non preso pienamente in carico torna a farsi vivo, ti suggerisco inoltre di accompagnare alla terapia farmacologica un supporto psicoterapeutico. Un cordiale saluto, dott.ssa Annalisa Sammaciccio, psicologa psicoterapeuta (Padova)

Dott.ssa Margherita Scorpiniti Inserita il 16/10/2014 - 17:59

Buonasera Giovanni, come hanno fatto anche i miei colleghi, le consiglio di ricontattare il medico che le ha prescritto i farmaci che adesso non sta assumendo più.E' anche vero, però, che lei potrebbe seguire una terapia di tipo psicologico.In fondo, la ricerca riguardante la terapia breve-strategica mette in risalto anche il fatto che quando il paziente si appoggia troppo ad un farmaco per stare bene,finisce col pensare di non essere capace di rialzarsi da solo, di poter guarire dal suo stato, senza parlare dell'abbassamento della propria autostima(anche in caso di tanti tentativi falliti..).Un saluto.

Dott. Giovanni Delogu Inserita il 15/10/2014 - 20:20

Gentile Giovanni, il mio invito è di rivolgerti subito da uno psichiatra e farti prescrivere una terapia adeguata.
Il fai da te farmacologico sono assolutamente da evitare, anche se hai già assunto quella terapia, sarà lo psichiatra a valutare dosaggi e tempistiche.
I tuoi sintomi che riferisci lasciali valutare da uno psichiatra.
Questo è il consiglio migliore che posso darti.

Dott. Delogu

Dott.ssa rosalba scavia Inserita il 30/10/2014 - 09:31

Caro Giovanni, i farmaci da soli non risolvono ansia e depressione. Rivolgiti ad uno psichiatra,fatti dare una cura adeguata e il nome di uno psicoterapeuta che ti possa seguire nel tuo cammino. Lo stress e le preoccupazioni non sono di per sé fattori scatenanti ansia e depressione. Credo che tu , con l'aiuto di un professionista, debba ricercare dentro di te le motivazioni del tuo star male. Se tu con pazienza e coraggio ti curi di te stesso vedrai che uscirai da questa penosa situazione.

Dott.ssa VITA D'AZZEO Inserita il 16/10/2014 - 21:17

Gentile Giovanni, gli stati tensivi lamentati, quali crampi allo stomaco, tremori, nausea, mal di testa, sono una conseguenza dell'ansia, che si aggravano a ogni ricaduta. Se assume esclusivamente i farmaci, agisce sulle conseguenze del suo malessere. Probabilmente questa sua rimanenza di serupin, avvicinandosi alla scadenza potrebbe aver perso un po' di efficacia. Prendere solo i farmaci fa dell'ansia una fedele compagna di vita, ma se combina la farmacoterapia dello psichiatra con la psicoterapia cognitivo comportamentale dello Psicologo, allora lei può trovare le cause nei suoi pensieri, può essere istruito su come affrontare i suoi comportamenti di evitamento e soprattutto lavora sul corpo per estinguere quei fastidiosi sintomi. I miei migliori auguri per una pronta risoluzione.

Dott.ssa Valentina Monaco Crea Inserita il 16/10/2014 - 07:36

come ha già detto il collega, caro Giovanni bisogna assumere il farmaco sotto il controllo dello psichiatra. Non è possibile stabilire a priori senza visita da cosa dipendano i sintomi ed è per questo che devi consultare un medico. cordialmente dott.ssa Valentina Monaco Crea