Lara domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 10/11/2016

Catania

Vorrei essere felice e serena

Ho 30 anni e da 14 mesi sono madre di una splendida bimba.Negli ultimi tempi la mia vita è molto cambiata, mi sono improvvisamente ritrovata a dovere reggere la responsabilità di una famiglia senza essere del tutto consapevole di cosa stava accadendo. Questo,unitamente all'ansia di dovere conciliare famiglia e lavoro mi ha portato ad una sorta di alienazione da me stessa. Non riesco a rilassarmi in nessuna circostanza,non riesco a controllare le mie emozioni e mi sento quasi estranea a me stessa. Ho attacchi di aggressività contro il mio compagno, ho difficoltà a relazionarmi e mi sento sempre molto stanca. Vorrei essere felice e Serena per essere una brava mamma, ma sono come in balia di una apatia che mi impedisce di fare ciò che desidero. Quello che mi succede è molto complicato da spiegare.
Grazie .

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 10/11/2016 - 17:34

Buonasera Lara,
i cambiamenti di vita possono essere fonte di gioia ma anche di ansie e aumentata complessità di vita. L'espressione adeguata della propria emotività è sempre un buon passo e punto di partenza da cui iniziare a rimettere ordine dentro di se e al di fuori. Si può essere brave mamme in tanti modi, e la felicità è un'emozione che non può essere mantenuta a lungo. La vita prevede sofferenze ed è anche corretto non proteggere eccessivamente i piccoli da queste spiacevoli sensazioni.. anche loro le provano e vogliono capire che sono normali e non che sono anomali! Riuscire ad accettare (internamente) e comunicare all'esterno tutta la gamma (spesso ambivalente) di emozioni e bisogni che si provano è una modalità per riuscire a trasmettere sicurezza e benessere al nucleo familiare. E' un grosso dono, un grande insegnamento da portare in famiglia, molto più dello svolgimento di incombenze pratiche.
Per riprendere in mano queste piccole certezze su se stessa, alcuni colloqui psicologici potrebbero esserle di grande aiuto.
Qualora le fosse difficile conciliare lavoro, casa e famiglia con il recarsi in uno studio psicologico, le comunico la possibilità di effettuare consulenze a distanza, tramite skype (che io come altri colleghi forniamo), modalità approvata ufficialmente dall'ordine degli psicologi.
Se desidera maggiori informazioni, mi contatti pure senza impegno.
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa psicoterapeuta cognitiva
www.chiarafrancesconi.it