Giovanni domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 15/06/2016

Padova

Non trovo uno scopo nella vita

Sono un ragazzo di 20 anni, e negli ultimi mesi con la maturità che si avvicina mi sono trovato sempre più spesso a confrontarmi con il problema di mancanza di sogni nella mia vita. Non ho mai avuto un sogno che mi facesse dire "Io voglio fare quello nella vita!" un sogno da seguire ad ogni costo, un sogno da difendere e lottare per raggiungerlo. La mia paura è di ritrovarmi a 50 anni con 30 anni di lavoro alle spalle chiuso dentro una fabbrica senza aver concluso niente nella mia vita, questi pensieri mi fanno sentire vuoto, senza scopo. Ultimamente questi pensieri mi pesano abbastanza e condizionano il mio umore, ho parlato di questo con un mio professore e la risposta che ho ricevuto è stata "prima o poi troverai qualcosa che ti piace fare" ma ormai inizio a pensare che qualcosa che mi piaccia fare non ci sia. Questa è la prima volta che ne parlo con qualcuno di esterno dalle mie conoscenze e vorrei sapere se è una cosa comune o se c'è qualcosa in me che non va e se c'è qualche soluzione a questo problema... Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 17/06/2016 - 10:48

Gentile Giovanni,
si tranquillizzi, non c'è assolutamente nulla in lei che non va! Anzi, penso che la possibilità di interrogarsi in modo critico rispetto al proprio futuro, sia sinonimo di un'acuta sensibilità e capacità riflessiva. E' assolutamente comprensibile pensare al proprio futuro in questo momento della sua vita, che, almeno nella società occidentale, rappresenta il momento di transizione alla vita adulta, con tutti i cambiamenti in termini di bisogni, desideri, ma anche responsabilità e aspettative sociali, che questa comporta. Detto ciò, guardi al suo disagio come una risorsa e un'opportunità. Prendersi del tempo, lavorare su se stessi, confrontarsi rispetto ai suoi vissuti, potrà esserle utile in questa fase di vita così complessa. Per qualsiasi informazione rimango a sua disposizione.

Cari saluti,
Dr.ssa Valentina Bua
Psicologa-Roma