Maura domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/06/2016

Padova

Claustrofobia

Salve, ho da un po' di tempo un problema che mi assilla: la claustrofobia. Ne ho sempre sofferto ma in modo lieve e sopportabile. Ultimamente però, a causa di un'evento spiacevole, è peggiorata. Ho intenzione di seguire una cura per risolvere questo problema una volta per tutte ma, per il momento, ho disperatamente bisogno di un consiglio momentaneo. Tra poco meno di un mese dovrò affrontare un viaggio in pullman che prevede l'attraversamento di diverse gallerie e il solo pensiero mi fa salire un'ansia atroce! Mi viene in mente così, all'improvviso, e cominciano tachicardia e iperventilazione. Ho lo stomaco chiuso e faccio molta fatica a rilassarmi e a dormire. Avreste qualche suggerimento da darmi? Qualche consiglio su come mantenere il più possibile la calma nel momento in cui dovrò attraversare quelle maledette gallerie? Vi ringrazio in anticipo e spero in un vostro aiuto. Maura

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Francesco Battista Inserita il 30/06/2016 - 17:35

Salve Maura! La claustrofobia è appunto una fobia specifica. Le terapie cognitivo-comportamentali si sono rivelate scientificamente più efficaci a risolvere questo tipo di sintomatologie e, cosa importante, in tempi relativamente brevi. Non sapendo la storia della sintomatologia è difficile poter dare un suggerimento: lei dice che l'ha sempre avuta ma in una forma sopportabile, poi è successo qualcosa che l'ha aggravata. Tutti fattori da indagare al fine di dare una risposta corretta ed efficace. Resto a disposizione per qualsiasi domanda, intanto buona serata!