Sharon domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/02/2016

Cremona

L' ansia mi soffoca

Salve, sono una normalissima ragazza di 20 anni, o almeno così credevo di essere finché non ho cominciato a soffrire di attacchi di panico e ansia. Molte volte durante la giornata mi capita di star male fisicamente. Mi sembra di soffocare, vado in agitazione e di conseguenza vado nel panico. Non riesco più a gestire questa situazione. Non posso vivermi la quotidianità in questo modo. Ne ho parlato un po' in famiglia e con gli amici ma sostengono che si tratti solo di mie paranoie ma io so che non è così. Cosa posso fare?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Inserita il 19/02/2016 - 16:14

Gentile Sharon,

l'ansia è una attivazione naturale che ci serve ad essere vigili e a reagire agli eventi nel minor tempo possibile.
In condizioni normali, quindi, l'ansia è assolutamente naturale e persino funzionale alla nostra vita.

Il problema nasce quando qualcosa, che può essere un problema o una serie di preoccupazioni, cominciano ad attivare continuamente e senza sosta questo meccanismo, così che sfugga al nostro controllo.

La perdita del controllo genera nuova ansia e il tutto diventa un "cane che si morde la coda".

Le chiedo innanzitutto se le capita in situazioni specifiche.

Quello che può fare è sicuramente contattare uno psicologo e iniziare delle consulenze per la gestione dell'ansia.
Le tecniche sono collaudate e se seguirà le indicazioni del professionista, riuscirà a gestire assolutamente il problema.

le consiglio però di intervenire prima che la questione diventi cristallizzata e generalizzata.

In quel caso dovrebbe rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta perché la condizione sarebbe più profonda e pervasiva, cioè coinvolgerebbe molte aree della sua vita (lavoro, amici, relazione sentimentale, studio, famiglia, ecc..) e l'intervento dovrebbe comprendere una vera e propria psicoterapia e non la semplice acquisizione degli strumenti per gestire l'ansia in una situazione precisa.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino. Psicologa.

Dott.ssa Elena Parise Inserita il 19/02/2016 - 16:12

Cara Sharon,
a volte si ha proprio bisogno di parlare con un esperto che possa capire che non siano "paranoie", ma manifestazioni ansiose dovute a preoccupazioni, paure, timori e, appunto ansia. Tuttavia l'ansia è un'emozione importante che non è possibile eliminare: ciò che si può fare è imparare a gestirla senza che questa prenda il sopravvento.
In particolare, per quanto riguarda gli attacchi di panico spesso essi nascono per "la paura della paura", ossia la paura che un attacco di panico possa arrivare, facendo in modo che la nostra concentrazione e attenzione si focalizzi su qualunque possibile segno (anche fisiologico) premonitore di un attacco di panico. E ciò, stia certa, non fa altro che provocare proprio ciò che non si vorrebbe.
Sicuramente, se ci fa caso, l'ansia inizia a salire in concomitanza a del pensieri, valutazioni, frasi che lei fa e/o si dice, che portano solo a un'escalation della sintomatologia.
Ha pensato di rivolgersi a uno specialista psicologo della sua zona o in videoconsulenza tramite questo portale in modo da intervenire quanto prima?

Resto a disposizione, si senta libera di contattarmi per qualunque altro chiarimento o informazione.

Dott.ssa E. Parise - Psicologa