safirie137 domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 10/05/2014

Ascoli Piceno

Ansia pre-estate

Salve a tutti
mi sono iscritta pochi giorni fa per cercare un pò di aiuto per questo problema che mi sta uccidendo...
premetto che per me l'estate è sempre stata sinonimo di autostima seppellita perchè non mi sento bella e magra come le altre, cosa non vera perchè tante persone che mi vogliono bene ammettono il contrario.
durante l'estate 2012 il ragazzo con cui stavo a quei tempi mi picchiò mandandomi all'ospedale due volte e per cercare un pò di pace dentro di me sono andata da una psicoterapeuta che mi aiutò moltissimo.
l'estate 2013 l'ho passata in Australia a lavorare perchè non volevo rischiare di ricontrare il "pugile" e perchè volevo allontanarmi dai brutti ricordi.
ora sto assaporando i primi attivi estivi... in un primo momento sono presa da un'eccitazione immensa perchè mi sembra di poter fare tante cose ma poi cado subito in depressione perchè ho paura di rimanere sola, di non godermela, di essere da meno rispetto a tutte le altre e così mi sono fiondata sulla ricerca al lavoro che però ovviamente non da frutti... così sto di nuovo pensando di andarmene...
la mia domanda è... perchè soffro di questi attacchi di ansia? perchè non riesco a godermi ogni attimo e non pensare al futuro?
a volte mi sembra che tutto sia dovuto, ad esempio gli amici che ti fanno il terzo grado perchè non esci il venerdì sera... è tanto difficile non voler per forza uscire? in Australia tutto questo non mi succedeva e vi giuro che sono stata felice ogni giorno dei 4 mesi in cui sono stata là... perchè qui è diverso? perchè qui ho tutte queste paure? come posso combatterle?

Spero di poter ricevere una risposta e che il mio papiro sia stato abbastanza comprensibile... grazie a tutti e buon sabato sera!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 11/05/2014 - 20:25

Cara Safirie,
tu che risposta daresti al fatto che in Australia stavi bene e qui no? Cosa c’era di diverso là? E’ qualcosa che puoi ricreare anche qui? Oppure cosa ostacola il ricrearsi della stessa situazione?
Penso che molte di queste risposte tu le possa trovare in te stessa, con l’aiuto di un/una terapeuta.
Hai pensato di ricontattare la psicologa che ti aveva già seguito? Penso che riprendere il percorso con qualcuno che conosce già parte della tua storia, possa servirti sia per non riprendere tutto daccapo sia per proseguire una conoscenza di te che si era già avviata. Probabilmente avete interrotto la terapia quando si sono visti dei frutti, ma forse sarebbe servito approfondire di più i tuoi vissuti interiori.
Hai certamente vissuto un esperienza traumatica e questa potrebbe aver fatto affiorare vulnerabilità che finora erano rimaste nascoste, come la bassa autostima di cui parli, che richiedono un po’ di tempo per poter essere affrontate e risolte.
Un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi