Aldo domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 11/11/2015

Agrigento

Ho bisogno di aiuto?

Buongiorno è la prima volta che scrivo e lo faccio anche per sfogarmi un po. Ho un carattere molto introverso e sia con mia moglie che con la famiglia evito di parlare dei miei problemi che adesso però iniziano a pesare. Generalmente il problema principale e che sono molto ansioso ed insicuro e molte volte controllo ad esempio se ho chiuso il gas più volte ed altre cose del genere. La situazione nn migliora a lavoro dove occupo un posto di responsabilità e vado in ansia ogni qualvoltache devo prendere decisioni. I miei capi torreggiano su di me visto anche il mio carattere da pecora e il pensiero di chiedere un trasferimento ad altro incarico mi manda in ansia perché o paura di mettermi contro tutti. Il lavoro tra l altro nn mi rende abbastanza e saro costretto a chiedere di essere trasferito.
Non riesco a prendere la vita con più leggerezza e a fregarmene un po del lavoro e molto spesso penso Intensamente a giorno successivo a quello che devo fare mi segno in maniera maniacale le scadenze. La sera a letto guardo la sveglia piu e più volte prima di dormire. Vivo tutto con ansia.
Che posso fare?
Aldo
Grazie anticipatamente a chi mi risponderà.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Martina Fabbrizzi Inserita il 12/11/2015 - 08:09

Empoli
|

Gentile Aldo,
Intanto grazie per aver deciso di scrivere la sua situazione, essendo la prima volta che lo fa credo che abbia trovato la forza e il coraggio giusti.
comprendo la sua sofferenza, quando l'insicurezza e l'ansia prendono le redini della nostra vita è spesso difficile ritrovare la tranquillità, ma non impossibile.
Ha mai provato a parlare di questa sua sofferenza con uno psicologo, magari della sua zona?
Rimango a disposizione

Cordialmente
Dott.ssa Martina Fabbrizzi
Firenze

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 12/11/2015 - 13:35

Buongiorno Aldo,

Oggi ha dimostrato coraggio a scrivere questa lettera e in qualche modo anche a chiedere aiuto! Bravo!
Tra le righe si legge
- un certo grado di insoddisfazione che percepisce nella sua vita lavorativa,
- uno stato ansioso che pervade il suo modo di essere e di relazionarsi con il mondo esterno
- un atteggiamento di chiusura e di poca fiducia in sè e negli altri.
Rivolgersi a uno psicologo potrebbe per Lei rappresentare un'ottima opportunità di presa di consapevolezza di sè,
di cura del proprio disagio e di crescita personale.

Trovi il coraggio ora di chiedere aiuto a uno specialista fissando un appuntamento con un collega!
In bocca al lupo!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa - Psicoterapeuta Milano