Vavi domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 30/09/2015

Agrigento

Soluzione alla mia non vita

Salve, mi chiamo Valentina e ho 22 anni.
Ho sempre avuto problemi nel rapportarmi con gli altri. Al liceo ho cambiato due volte scuola, una volta perché non mi trovavo a mio agio con gli altri, la seconda per un litigio che non riuscivo ad accettare/ affrontare. Pensavo spesso al suicidio, senza mai tentarci. Nella nuova scuola mi ambientai benino, però senza far emergere mai la mia personalità per paura di essere ritenuta ridicola. Ho vissuto il liceo con tristezza e voglia di arrivare al termine per una nuova vita. Iniziata l università sembrava andare tutto meglio, avevo anche un ragazzo che frequentavo! Ahimè lui non ci teneva così tanto a me, e quando non mi chiamava restavo a letto anche per tutto il giorno. Le storielle avute sono state una più un insuccesso dell'altro: chi mi usava per andare a letto, chi dopo due giornate si stufava, chi mi ha detto di essere interessato ad un' altra, altre tragicomiche che non ho voglia di raccontare a nessuno, troppo imbarazzo. Non sono mai stata fidanzata e nessuno ha mai provato affetto per me. Ho lavorato circa un anno per otto ore al giorno e mi svegliavo presto, ma non ero comunque felice. da quando si è interrotto il rapporto di lavoro (luglio) non faccio altro che dormire, esco solo il sabato notte, mi ubriaco ma non mi diverto. Non mi piacciono le persone con cui esco, non mi piace nulla. Non ho interessi. Non mi sento spronata neanche a fare amicizie nuove. Forse ho sbagliato semplicemente tutto. Non posso vivere in sospeso per sempre. Non so che fare aiuto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Camilla Marchetti Inserita il 03/10/2015 - 09:01

buongiorno valentina, forse bisogna indagare meglio le cause del tuo malessere e parlare con qualcuno potrebbe aiutarti