Giusy domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 14/09/2015

Cerco aiuto. Depressione o periodo difficile?

Salve, mi chiamo Giusy e sono una studentessa di 22 anni. Le scrivo perché sono in un periodo particolarmente difficile della mia vita, mi sembra di essere ad un punto morto, di non riuscire ad andare avanti. Non riesco a capire se questo mio disagio sia passeggero o no e se sia il caso di chiedere seriamente aiuto a qualcuno.
Pochi mesi fa, a maggio precisamente, ho chiuso una relazione che durava da due anni e mezzo. La mia ragazza, in realtà, mi ha lasciata perché ha capito di non amarmi più come prima. Devo dire che la nostra era una relazione a distanza, ci siamo conosciute su internet ma ci vedevamo regolarmente, non è mai stato un ostacolo insormontabile. Il mio periodo di malessere è cominciato intorno ad ottobre, mi sentivo poco considerata, come se i miei bisogni non fossero abbastanza importanti. Poi lei è partita per l’America, per tre mesi, e questo suo non curarsi del mio stare male e pensare solo a ciò di cui lei aveva bisogno, mi ha completamente buttata giù. Quando mi ha lasciata, credo di aver avuto un attacco di panico, ho pianto fino a singhiozzare, mi mancava il respiro e non riuscivo a calmarmi. Da quel momento fino ad ora abbiamo continuato a sentirci, tra alti e bassi, e forse è per questo che io non mi sono mai “rassegnata” alla rottura.
Oggi mi ritrovo a provare sensazioni forti, mi sento sola (Anche perché, nel frattempo, con il cambio di vita e città per studiare, ho perso le mie due migliori amiche!), mi sento senza energia e voglia di fare. A volte passo le giornate a letto, non riesco a trovare nessun motivo per dire “Adesso mi alzo e faccio quello!”, non riesco a farlo neanche per me stessa.
A questo si aggiunge un periodo di problemi fisici continui. Ho avuto tachicardia frequente che mi ha portato a fare un ecodoppler e il medico, fortunatamente, ha detto che è tutto ok e che si trattava di stress emotivo. Soffro spesso di insonnia e se dormo, dormo male. Il mio sonno è leggerissimo. In più, ho notato che il mio stomaco è diventato particolarmente sensibile ai cambi di umori. Sono sempre stata una persona ansiosa, ho sofferto di attacchi di panico anche in passato, ma, adesso, ogni minima preoccupazione, ogni tensione mi provoca fastidio.
Ci sono giorni in cui piango disperatamente, ho paura di non venirne più a capo. Può aiutarmi? Crede che sia solo un periodo da affrontare con la giusta calma o devo cominciare una terapia magari? Aspetto una sua risposta. Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Carlo Casati Inserita il 16/09/2015 - 08:02

Milano - Centro storico
|

Cara Giusy,

E' difficile diagnosticare una depressione senza qualche colloquio mirato. Ma, lasciando perdere la questione strettamente nominale, indubbiamente dalla tua mail emerge un malessere che va affrontato con un aiuto psicoterapeutico. Sarà sicuramente di aiuto, mentre aspettare può solo rendere più lungo e complicato il percorso terapeutico.

Cari Saluti,

Dott. Carlo Casati - Verona