Lorenza  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 01/01/2021

Agrigento

Perché nonostante capisca le problematiche non riesco a risollevarmi?

Buongiorno
Sono una ragazza di 20 anni
Da un paio di mesi soffro molto , mi rendo conto che viviamo in un periodo in cui tutti chi più chi meno siamo sommersi da una mole di ansie e preoccupazioni e capisco anche che molte persone in questo momento se la stanno passando peggio di me.
Ho avuto una serie di problematiche che mi hanno portato ad un malessere interiore costante, quasi quotidianamente mi sveglio al mattino piangendo , con una sensazione costante di solitudine ,mi sembra vada tutto male e spesso questo pianto diventa quasi isterico e disperato , non riesco a fermarmi ed è come se non riuscissi a trovare alcun appiglio per sentirmi meglio , come se tutto ciò che mi circondasse fosse un profondo nero.
E da sola non riesco a fermarmi.
Tutto ciò crea complicazioni anche con le relazioni che ho con le persone , mi sento costantemente un peso per gli altri e spesso il mio atteggiamento di fare un passo indietro allontana gli altri senza volerlo ,anche le persone che più amo.
Non riesco più a darmi la forza di affrontare la giornata , mi trascuro e il più delle volte assumo atteggiamenti nervosi con gli altri per poi provare un profondo senso di colpa.
Nei momenti più brutti a volte divento aggressiva con me stessa e rompo cose spesso finisco per farmi del male .
La mia domanda è perché nonostante io capisca queste problematiche non riesco a trovare la forza per tirarmi su? Cosa posso fare per stare meglio? Sono stanca di questa situazione
Ringrazio per il disturbo e la disponibilità
Saluti

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Beatrice Segalini Inserita il 05/01/2021 - 16:47

Milano
|

Gentile Lorenza, accade che alcune esperienze che viviamo restino dentro di noi... radicate nei nostri pensieri, nelle nostre emozioni e anche nel nostro corpo. Possono diventare memorie implicite e idee di noi stessi che, del tutto in automatico, ci definiscono. Come se agissimo ripetendo sempre lo stesso copione, ricadendo sempre nelle stesse dinamiche. Cosi, ci troviamo a vivere un malessere che cresce dentro di noi fino a sembrare insostenibile.
Ripercorrendo e raccontando la sua storia, cosi come ha già iniziato a fare, si può dare l'occasione di affrontare queste problematiche di cui scrive, scoprire altre prospettive e altre possibili soluzioni per gestire il suo malessere.
Spesso non si tratta solo di capire razionalmente, bensì di una comprensione più profonda di come funzioniamo nella nostra vita e nelle nostre relazioni, con l'obiettivo di essere piu attivi alla guida di noi stessi. Questa condivisione può essere davvero trasformativa.
Cordialmente,
Dottsa Beatrice Segalini

Dott.ssa Francesca Cilento Inserita il 04/01/2021 - 18:14

Milano
|

Carissima,
sicuramente il periodo stressante mette alla prova e può portare a creare una sorta di visione negativa di ciò che ci accade. Queste lenti si costruiscono silenziosamente e si attivano anche senza volerlo. Per questo a volte, pur riconoscendo le nostre difficoltà, fatichiamo a sfuggirgli. A volte perchè manca una visione alternativa, a volte perchè in fondo non ci crediamo davvero che l'alternativa sia valida, a volte perchè pensiamo sia automatico il cambiamento e non lo, infine a volte abbiamo bisogno di qualcuno che ci sostenga e ci aiuti a rileggere le difficoltà.
La forza per guardare in faccia alla situazione l'ha trovata, anche per cercare l'aiuto di un professionista, provi a pensare se può essere utile un aiuto in più.

dott.ssa Francesca Cilento